TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

CERN: i benefici della ricerca pura quali sono?

Sto seguendo appassionatamente i commenti che si susseguono su svariati POST relativi all’argomento LHC (l’accelleratore di particelle del CERN).

Ovviamente ci sono fazioni opposte: chi e’ favorevole alla ricerca in quanto tale, perche’ arricchisce la conoscenza, chi invece ci vede (prima o poi) anche dei risvolti positivi sulla qualita’ della vita e sulle possibilita’ di crescita della razza umana e chi, infine, non ne vuole sapere. Quest’ultimo schieramento e’ particolarmente amareggiato dal fatto che i fondi (nel caso dell’LHC si tratta di 6 miliardi di Euro), potrebbero essere destinati a gestire le emergenze, quali la fame nel Mondo et similia.

Non ne dubito, pero’ ci sono, secondo me, almeno due considerazioni da fare subito:

1- E’ vero che percepire i benefici reali che la ricerca scientifica prima o poi porta, e’ piuttosto difficile, almeno a livello emotivo se non intellettuale. In effetti ci sono scoperte fatte chissa’ quando che magari, solo di recente, hanno portato benefici. Ad esempio i numeri complessi (qualche matematico piu’ bravo di me, se vuole, ci puo’ spiegare il perche’). Altre dove il ricercatore ha perso la vita, come Marie Curie. Questa donna e’ stata la pioniera nel campo della Radioattivita’ (ha anche vinto due Nobel – l’unica finora nella storia – in Fisica e Chimica!), morendo a 66 anni proprio a causa delle radiazioni che aveva studiato cosi’ a lungo e cosi’ da vicino. Grazie a lei oggi si fanno le radiografie ma, cosa molto piu’ importante, si possono curare tanti tumori con la radioterapia! Me l’immagino che la poverina, piu’ di una volta, si sia sentita dire: “Maria! Ma che cacchio fai con quella roba? Ma non vedi che non si vede niente? Ma lascia perdere e vai a insegnare al Liceo!”.

Una persona, in uno dei commenti, ha detto: “ad esempio, che ci siamo andati a fare sulla Luna? Tutti quei soldi buttati!”. Rispondo: si sono spesi tanti soldi, e’ vero, ma se tra 50 o 100 anni l’Uomo potra’ andarsene a spasso per la Galassia, colonizzando altri mondi e salvandosi dall’estinzione a causa dalla scarsita’ di risorse naturali, dall’inquinamento o di un asteroide, sara’ anche perche’ nel 1969 quei coraggiosi astronauti andarono lassu’, con i mezzi messi a disposizione dal governo americano.

2- Ci sono molti altri “costi” nel Mondo a cui si potrebbe rinunciare facilmente. Per restare in tema America, sapete, ad esempio, quanto spendono gli Stati Uniti in armi? Non conosco la cifra esatta, ma l’ordine di grandezza e’ 100 (Miliardi di Euro!) all’anno! Stiamo parlando del PIL dell’Olanda qui, tanto per intenderci. Sono un po piu’ di 6 miliardi  per l’LHC no? Non dico che gli USA debbano rinunciare alle loro amatissime testate termo-nucleari, per carita’, o magari alle loro elegantissime e utilissime portaerei, ci mancherebbe altro! Come farebbero poi a dormire sonni tranquilli la notte? Ma basterebbe costruirne una decina in meno all’anno e dare quei soldi ai poveri.

Insomma, e’ facile cercare di togliere i soldi alla ricerca, perche’ alla fine il ricercatore cosa puo’ fare? Se lo prende in saccoccia, come si suol dire, e va a cercarsi lavoro da qualche altra parte e, se non lo trova, va a fare il supplente alle Scuole Medie. Molto piu’ difficile e’ togliere i soldi ai potenti che comandano e fanno un po’ quello che gli pare.

Che dite voi?

11 settembre 2008 - Posted by | Cose da ricordare | , , , ,

5 commenti »

  1. Ti faccio una domanda: perchè invece di pensare ad andare sulla Luna per unam passeggiata spaziale, o nello spazio per “colonizzare ” (addirittura colonizzare, ma se non siamo nemmeno in grado di gestire noi stessi!)altri pianeti, non pensiamo a salvaguardare il nostro? Le risore non sono infinite? Secondo te perchè? Non c’è forse un enorme totale spreco di tutto? perchè non si investe nella ricerca di qualcosa che sostituisca la benzina per le auto?Perchè coloro che hanno effettivamente inventato un olio che sostituisca il petrolio, sono stati messi a tacere? Perchè si stanno radendo a zero a zero le foreste?
    Invece di pensare alle astronavi perchè non in vestiamo nella salvaguardia di ciò che abbiamo?
    io trovo veramente assurdo pensare a certe cose.
    E’ come quelli che sono in rosso in banca , ma pur di avere il macchinone fanno la fame. Prima di pensare al superfluo secondo me si deve pensare a risolvere la concretezza.
    Come possiamo pensare alla Luna o a rifare il Big Bang se tante popolazioni mondiali sono a livelli cosi TROGLODITI???
    Avete mai viaggiato per il mondo?Io si, e ho visto solo arretratezza.
    Non dico che non dovremmo mai fare questi esperimenti, dico che ci sarà il tempo giusto!

    Per quanto riguarda le basi americane e gli sprechi..con me sfondi una porta aperta, credo che le spese militari siano le prime a dover essere tagliate. In Usa non se la passano di certo bene economicamente, ebbure sperperano in questo modo.Perchè? per il potere, potere militare equivale a controllo, a far paura e quindi a sottomettere gli altri al proprio volere, potere.
    ma credo che a questo punto si dovrebbe parlare di tutt’altro, ovvero della costituzione mentale dell’essere umano, ancora molto legato ai suoi istinti primordiali animaleschi di sopraffazione del prossimo.Homo homini lupus etc..
    me la sono presa col Cern ma la lista di sprechi disgustosi e di tutte le rovine del mondo sarebbe lunghissima..

    Commento di Ilaria | 11 settembre 2008 | Rispondi

  2. Vedi Ilaria, il problema, come anche tu hai intuito, non lo si puo’ liquidare continuando ad affermare che “bisogna fare qualcosa” e che “basta con gli sprechi”, ecc ecc… Io non so cosa tu faccia concretamente per sostenere con le azioni la tua crociata (peraltro giusta, io non ti critico eh!). Vuoi aiutare i poveri? Cosa fai in concreto? Ne inviti qualcuno a pranzo la domenica? Dici che l’umanita’ e’ piena di trogloditi? E’ vero, ma come facciamo a farli crescere? E se li facciamo crescere, cosa succede all’equilibrio mondiale? Vuoi dare una cultura a 1 miliardo d’Indiani? Fai pure, pero’ non ti lamentare poi se questi, nel giro di 20 anni, esauriscono letteralmente le risorse alimentari ed energetiche del Pianata, perche’ sarebbe inevitabilmente cosi’.

    Il problema e’ che qui siamo in un guaio molto piu’ grosso di quello che sembra a te. Le tue preoccupazioni sfiorano appena la superficie del problema, prova per un attimo a ragionare in 3D, prova ad interconnettere i vari problemi di cui ti lamenti. Il quadro generale e’ devastante: le risorse energetiche scarseggiano e costano sempre di piu’. L’atmosfera terrestre e’ in crisi, i cambiamenti climatici ci stanno distruggendo. Alluvioni, carestie, inondazioni, ecc… I paesi emergenti (India e Cina) ci stanno massacrando, molto presto avranno il controllo totale dell’economia globale: in tre parole saremo tutti asiatici. E ti assicuro che non ti piacera’! Tu dici che hai girato? Dove sei stata? Hai visto veramente come vive questa gente, oppure sei stata nei luoghi di villeggiatura? Non hai idea di quanto siano diversi da noi, in tutto, e non hai idea di quanto si possa soffrire stando a contatto con loro quotidianamente nel condividere l’ambiente di lavoro e gli spazi privati. Credimi non fa per noi, noi siamo abituati bene. E sai perche’? Perche’ finora ci siamo comportati sempre nel modo che tu critichi: abbiamo pensato solo ai cavoli nostri, ed eccoci qua. E sinceramente io non me la sento di dire che abbiamo sbagliato tutto. Vai a vivere qualche mese in Iran che poi ne riparliamo. E non venirmi a dire, per favore, che se loro sono cosi’ la colpa e’ nostra. Non solo la storia ti darebbe torto, ma la verita’ e’ che qui ognuno e’ gia’ troppo occupato dai propri problemi per potersi occupare di quelli degli altri. Questi cambiamenti che tu vuoi richiedono sforzi immensi e tempi dilatatissimi. L’Impero Romano c’ha messo 2000 anni per nascere e morire, il Mondo come io e te lo conosciamo e’ molto piu’ giovane (100 anni).

    Per un problema globale serve una soluzione globale Ilaria, qui il cibo e la benzina stanno finendo e i Cinesi sono alle porte. Non credo che io e te vedremo gli effetti di quella che e’ solo una speranza per ora (almeno per me), e forse neanche i nostri figli e nipoti li vedranno, ma bisognava pure cominciare, e questi del CERN l’hanno fatto.

    Commento di tuttoqua | 12 settembre 2008 | Rispondi

  3. Io mi occupo di certi problemi per lavoro.Ho lavorato in Africa,Egitto,Colombia e Usa,(mai stata in un villaggio turistico…non mi piacciono i balli di gruppo)sono partita dicendo poverini e sono tornata senza tanta pietà per quella che ora considero “certa gente”. perchè è facile dire “poverini”è colpa nostra ma poi quando vedi quello che per cultura fa certa gente allora capisci anche perchè le cose vadano cosi. Io non sono per l’aiuto ad ogni costo, per i salvatori del mondo che portano aiuto al povero indigeno. Io sono per dare loro i mezzi per diventare autosufficenti.Per evolversi, perchè ogni cultura deve crescere da sola, deve fare le sue rivoluzioni. Creare pozzi d’acqua e scuole, insegnare invece di regalare. I pozzi d’acqua costano pochissimo, un bambino che ha voglia di imparare (io punto tutto sulle prossime generazioni non sugli adulti) ha solo un quaderno per 4 anni e deve fare km (in Africa)per trovare una scuola!Come si fa?

    Tu hai ragione nel dire che se fossimo tutti effettivamente uguali sarebbe una catastrofe per le risorse, ma forse siamo anche noi, noi abituati bene che sprechiamo quello che appartiene anche agli altri in modo osceno.Ci conviene che “gli altri”non si accorgano di questo perchè se lo facessero si scatenerebbe un conflitto di proporzioni mondiali!Noi usiamo quello che è anche loro.
    Sei mai stato negli Usa? Lo sai che li una famiglia tiene il condizionatore al massimo tutto il giorno anche se non ce n’è bisogno? tengono le luci accese in ogni stanza, e d’inverno il riscaldamento va al massimo tanto che non c’è bisogno di maglioni praticamente! Solo gli Usa sprecano l’energia in modo indecente, non ha caso non hanno firmato il Protocollo di Kyoto. Lo sai che un’alternativa alla benzina c’è ma hanno messo a tacere gli inventori perchè non conviene ai produttori di petrolio?
    Perchè costruire case a risparmio energetico costa moltissimo?Perchè anche noi evoluti occidentali siamo senza cultura.Non abbiamo la cultura del pianeta, perchè non ci interessa di quello che accadrà dopo, ci interessa il presente. Al Cern pernsi che siano tutti buoni samaritani spinti dal desiderio di aiutare le generazioni future?No, al cern sono spinti dal desiderio di entrare nella storia, dalla gloria della prima grande scoperta se mai ci sarà, dalla voglia di affermarzione scientifica.
    In questa parte di mondo c’è qualcuno che fa i suoi comodi anche a nostre spese, è palese che siamo gestiti come macchinette da qualcuno che ci dice di cosa abbiamo bisogno.

    Perchè non investono realmente e concretamente nella ricerca di nuove energie sostenibili? Pensi che lo scopo del Cern sia quello? A me non era sembrato…e continuo a domandarmi da dove li abbiano presi seimila miliardi di euro…
    Secondo me una soluzione più concreta è smettere da subito di sprecare,dobbiamo essere noi i primi a cambiare mentalità… ma purtroppo coloro i quali sprecano di più si credono i padroni del mondo….

    Commento di Ilaria | 12 settembre 2008 | Rispondi

  4. Scusate gli errori, sono frutto di un “taglia-incolla”frettoloso….

    Commento di Ilaria | 12 settembre 2008 | Rispondi

  5. Ilaria, mi pare che le nostre posizioni si stiano avvicinando 🙂 Sono d’accordo quando dici che gli americani sono spreconi (ho vissuto qualche anno in California), ma lo siamo anche noi italiani. Il problema e’ pero’ che noi lo spreco non lo percepiamo ancora, per noi e’ “normale” usare le risorse cosi’ Sono d’accordo anche quando dici che e’ meglio contare sulle future generazioni, perche’ per noi e’ troppo tardi, ma il problema e’ che le future generazioni vanno educate. E questo e’ un compito che spetta a noi invece. Prendi la scuola in Italia? Da 1 a 10 tu che voto le daresti? Io un bel 2, non di piu’ e all’estero non va tanto meglio. Ci vuole ben altro per innescare un cambiamento nella coscienza della gente. Una gravissima catastrofe potrebbe aiutare, ma non me l’auguro. Ma anche una scoperta di portata mondiale, qualcosa capace di cambiare la nostra percezione del Mondo e dell’Universo potrebbe aiutarci. Ed e’ per questo che spero nel CERN. Io, e qui invece non sono d’accordo con te, credo fermamente nella buona fede del progetto (non dico lo stesso delle persone necessariamente). Questi esperimenti, nei prossimi 20/50 potranno portare degli effetti che nemmeno immaginiamo, primo fra tutti la produzione di energia pulita, sicura, su larga scala e gratis. Per battere le lobby del petrolio (sono quelle che ostacolano la ricerca di fonti alternative e sono moooolto potenti), ci vuole un botto, qualcosa di grosso, qualcosa che sia sotto gli occhi di tutti, qualcosa di innegabile. Io ci spero, e tu?

    Commento di tuttoqua | 12 settembre 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: