TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Qualcosa in piu’ sull’incidente aereo Aeroflot

Prima di tutto correggo un’imprecisione: nel POST precedente avevo scritto che il Boeing 737-500 e’ recente, perche’ ricordavo appartenesse alla classe “Next Generation”. In realta’ questa inizia dal modello 737-600, quindi l’aereo protagonista dell’incidente a Perm apparteneva ancora alla vecchia generazione. Infatti, il Boeing 737-500 e’ stato introdotto nel 1987.

Detto questo non si sa ancora molto, solo che il velivolo si trovava a 3.600 piedi di quota (circa 1.100 metri, quindi a pochissimi minuti dall’atterraggio) e che le condizioni meteo erano piuttosto sfavorevoli. Nel crash, il 737 si e’ abbattuto al suolo a poche centinaia di metri da un’area residenziale ed ha preso fuoco. Le prime indagini tecniche riportano problemi ad un motore che potrebbe essersi incendiato durante la discesa. L’uomo radar che seguiva la procedura di avvicinamento ha dichiarato che il pilota non stava eseguendo gli ordini correttamente: “non ha rispettato l’altitudine assegnata ed ha virato a sinistra quando gli avevo ordinato di virare a destra”.

Magari, aggiungo io, il pilota stava manovrando con un motore guasto e non riusciva a controllare l’apparecchio a causa del maltempo.

E’ il peggior incidente nella storia di questo modello, il 737-500 appunto e, in totale, e’ il quarto che va distrutto. Per la Russia e’ il ventunesimo peggior incidente aereo della sua storia.

Nel frattempo ho risolto anche il mistero del perche’ questo tipo di velivolo non apparisse tra quelli elencati sul sito Aeroflot. Perche’ il vettore e’ Aeroflot Nord, la sussidiaria regionale. E infatti eccolo qua.

15 settembre 2008 - Posted by | Cose tecniche, Pericoli vari e disservizi | , ,

2 commenti »

  1. Com’è che sai tutte ‘ste cose sugli aerei? Sei uno di quelli per cui “Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile”?
    Dottordivago

    Commento di ilpandadevemorire | 16 settembre 2008 | Rispondi

  2. Ma che! Mi diverto in modo “serio” con Microsoft Flight Simulator da una decina d’anni. Ad un certo punto ho capito che se volevo imparare qualcosa mi dovevo mettere a studiare, e ho studiato qualcosa.

    Commento di tuttoqua | 17 settembre 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: