TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Vi basta lo spazio che avete su GMail?

La mia casella Gmail oggi mi dice che dispongo di 7220 Mb, quindi circa 7 Gb (1 Gb = 1024 Mg), e mi dice anche che, di questi 7 Gb, sto utilizzando solo 458 Mb, cioe’ il 6%. Non sono uno che tiene tutto, ma tendo a conservare cio’ che mi interessa. Diciamo anche che fossi piu’ sprecone, e che avessi l’abitudine di salvarmi il doppio di quello che salvo ora: saremmo al 12% di utilizzo e avrei comunque ancora una marea di spazio a disposizione. Voi come siete messi?

Altra considerazione: avete presente quel contatore sulla Home Page (prima di fare login) che mostra la crescita dello spazio disponibile in tempo reale? In questo preciso momento mi dice 7220.532117 e continua. Mentre scrivo sto cronometrando quanto impiega ad arrivare a 7200.54, fra poco potro’ dirvelo.

Ecco, siamo a 7200.54, e sono passati 4 minuti e 20 secondi. Per semplicita’ diciamo pure 5 minuti. In 24 ore questi 5 minuti ci stanno 288 volte, per cui, ogni 24 ore, la mia casella Gmail cresce di circa 2.8 Mb. Seguendo questo trend, tra un anno solare esatto disporro’ di circa 1 Gb in piu’, per un totale di poco piu’ di 8 Gb.

La domanda a questo punto e’: quanto impiego io a consumare 1 Gb di spazio? Trattandosi della mia casella di posta personale non credo di riuscire a consumare altrattanto velocemente lo spazio in piu’ che Google, mese dopo mese e anno dopo anno, mi regala. Questa casella ce l’ho da anni ormai e sono solo al 6%.

Perche’ Google allora sta investendo cosi’ tanto in questa cosa? Beh, a parte il fatto che, a differenza del sottoscritto, sono sicuro che ci siano milioni di utenti che di spazio ne consumano molto di piu’, ma credo che sia, piu’ che altro, una dimostrazione di forza. Infatti gli altri grossi provider, tipo Yahoo e Hotmail faticano un po’ a tenere il passo, ma devono farlo, altrimenti rischiano di perdere milioni di utenti a favore di Gmail, cosa che si tradurrebbe immediatamente in fatturato pubblicitario che, da Yahoo e Microsoft, migrerebbe come per magia verso Google, facendo ciao ciao con la manina ingioiellata.  Il fatto e’ che gli hard disk non si moltiplicano da soli, quindi per avere spazio in piu’ bisogna aumentare la capacita’ di storage. Cio’ ha un costo, non solo in termini di acquisto dei dispositivi, ma anche, e soprattutto, in termini di spazio, di energia (alimentazione e aria condizionata), sistemi di backup che si devono adeguare ed amministrazione di sistema. E poi ci sono i costi d’installazione ed i contratti di assistenza tecnica. A Google i soldi non mancano, tutt’altro, e quindi li investe anche in questa enorme operazione d’immagine. Che, come tutto cio’ che Google fa, si trasforma in un eccellente servizio all’utente, e per giunta gratis!

Un’ultima cosa: esiste un programmino gratuito, che trovate qui, che consente di utilizzare Gmail come drive remoto, per cui potete caricarci su i vostri file ed accedervi da qualsiasi altro computer collegato ad Internet, proprio come se fosse un hard disk in piu’ installato nel vostro PC. Leggete bene come funziona prima di installarlo e provarlo, se non vi ci raccapezzate chiedetemi.

Advertisements

10 ottobre 2008 - Posted by | Cose tecniche | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: