TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Oggi parliamo del Boeing 787

Soprannominato “Dreamliner”, questo aereo non vola ancora: si tratta, infatti, del nuovo e rivoluzionario progetto lanciato da Boeing nel 2003. In netta controtendenza rispetto ad Airbus, che ha scelto di costruire un gigante (l’A380), capace di trasportare fino a 800 passeggeri (in configurazione “tutta economy”), l’azienda americana ha preferito mantenersi su dimensioni e capacita’ piu’ tradizionali (200 o 300 passeggeri), puntando decisamente su confort, silenziosita’ e, soprattutto, attenzione all’ambiente.

Ad oggi la Boeing ha gia’ raccolto ordini da 58 clienti, per circa 900 aeromobili: un record nella storia dell’aviazione. L’aereo avrebbe dovuto compiere il volo inaugurale gia’ quest’anno, probabilmente cio’ avverra’ verso la fine 2008 e le prime consegne inizieranno nel corso del 2009. Per ora, tra i vettori italiani, solo la Blue Panorama Airlines ha confermato un ordine.

Vediamo di capire brevemente come e’ fatto questo nuovo gioiello della tecnica. I materiali prima di tutto: l’alluminio e’ sostituito in larga parte (si parla del 50%) dal cabonio, consentendo un notevole risparmio sul peso, difesa pressoche’ totale dalla corrosione ed una resistenza strutturale elevatissima (le cellule della auto di F1 sono costruite con lo stesso materiale). I materiali, unitamente a forme particolarmente aerodinamiche ed al peso ridotto, produrranno risparmi di carburante, meno inquinamento acustico e percorrenze maggiori. La variante 787-800 potra’ trasportare 250 passeggeri per 14,200 chilometri: notevole!

Sugli interni si sa quasi niente, ma e’ probabile che la Boeing stia lavorando per ottimizzare l’uso dello spazio a fronte di sedili piu’ accoglienti e comodi. Gli oblo’ saranno piu’ grandi di quelli convenzionali (c’e’ chi parla di 1 metro di diametro…), cosi’ che anche i passeggeri che non occuperanno posti finestrino potranno dare una sbirciatina fuori piu’ agevolmente. Di notte poi, sempre che le indiscrezioni siano giuste, il soffitto si illuminera’ per rappresentare una volta stellata. Grazie alla migliore resistenza strutturale, la pressione interna corrispondera’ a quella riscontrabile a 1.800 metri slm (attualmente e’ 2.500 metri) ed il tasso di umidita’ si attestera’ intorno al 15%. Cio’ rendera’ i viaggi a bordo del Dreamliner, soprattutto i piu’ lunghi, molto piu’ confortevoli.

Anche sul fronte dell’impatto ambientale la Boeing non si risparmia. L’intero processo di lavorazione e costruzione e’ stato pensato per ridurre al minimo gli scarti e l’utilizzo delle risorse naturali, quali l’acqua ad esempio. L’intero progetto e’ stato ottimizzato per aumentare al massimo le possibilita’ di riciclaggio, quando questi aeromobili saranno dismessi. Se pensiamo che cio’ non avverra’ prima di 30 o 40 anni, mi sembra un approccio lodevole.

Roll Royce e General Electric ne stanno progettando i motori: si parla di un aumento dell’efficienza prossimo al 10%. Anche in questo caso, i consumi e l’autonomia ne trarranno beneficio.

Tre le varianti previste, dalla piu’ piccola 787-300 fino alla 787-900, ma c’e’ anche chi parla gia’ di un 787-1000 che dovrebbe fare concorrenza diretta all’Airbus A350.

Il Dreamliner sostituira’, a poco a poco, i 767 ed i 777 in esercizio. Essendo il 767 un mezzo tutto sommato di vecchia concezione, il punto di riferimento (oltre al gia’ citato concorrente Airbus A350), sara’ proprio il bellissimo Boeing 777 che, a parere del sottoscritto’ e’ un meraviglioso aereo passeggeri.

Le premesse per sostituirlo degnamente ci sono, staremo a vedere, in fin dei conti manca davvero poco.

Boeing 787 "Dreamliner"
Boeing 787
Advertisements

11 ottobre 2008 - Posted by | Cose tecniche | , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: