TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

F1, rabbia e orgoglio (e un po’ di pregiudizio)

Non mandero’ giu’ facilmente la “sola” patita dalla Ferrari e da tutti noi tifosi domenica scorsa. Al Gran Premio di F1 del Brasile si e’ consumata quella che forse e’ la peggiore beffa nella storia di questo sport.

Per i meno anziani, ricordero’ che Niki Lauda, quando torno’ a correre nel 1984 perche’ gli servivano i soldi per la sua compagnia aerea, vinse il titolo su Alain Prost di mezzo punto. A quei tempi il vincitore prendeva 9 punti (ora ne prende 10), il secondo 6 (ora ne prende 8). Non ricordo dove, ma causa diluvio universale, una gara fu sospesa prima che se ne completasse il 75%, per cui ai piloti fu assegnato meta’ punteggio. A Lauda, dunque, andarono 4,5 punti. Alla fine del mondiale, Lauda risulto’ primo di mezzo punto sul compagno di squadra Prost (72 a 71,5), entrambi su McLaren.

Ma torniamo a domenica. Prima domanda: come mai la Ferrari, con un pacchetto nettamente superiore, e’ riuscita a vincere, anche piuttosto bene, il titolo costruttori, e a perdere quello piloti di un punto? A quanto pare e’ stata la sfiga a decidere, anche se razionalmente viene da dire che e’ dipeso dall’affidabilita’. Ci sono state almeno due situazioni quest’anno in cui Massa aveva la gara in pugno ma poi qualcosa si e’ rotto. Rendiamo allora almeno un onore ai vincitori: il pacchetto McLaren/Mercedes quest’anno non si e’ praticamente mai scassato. E quando pure un solo punto conta, alla fine dei giochi questo resta il fattore determinante da esaminare. E allora, imbrogli a parte, chi si scassa di piu’ perde.

Seconda domanda: se ci fosse stato il Tedescone Nostro alla guida, chi avrebbe vinto? Se la colpa e’ dell’affidabilita’, allora forse anche Schumy si sarebbe dovuto arrendere qualche volta. Ma, in realta’, non e’ cosi’, perche’ Lui, in tante altre gare, avrebbe prodotto un risultato diverso. Per la sua abilita’ di prendersi Pole Position impossibili, per la sua capacita’ di mettere a punto la macchina, per il suo straordinario piede destro, capace di dare un secondo al giro a chiunque in qualsiasi momento della gara. Mi sarebbe piaciuto vedere la signorina Hamilton con Michael alle calcagna! Figuriamoci, non ha retto due giri con Vettel domenica che, con tutto il rispetto per la Toro Rosso, ha una macchina che va la meta’.

Terza domanda: contratti gia’ firmati a parte, ‘sti due pilotini, ce li teniamo?

Raikkonen quest’anno aveva indubbiamente qualche rotella fuori posto, altrimenti la sua mediocre performance non si spiega. E non si spiega no! La macchina era a posto, perche’ quelle poche volte che il finlandese ha voluto (di solito verso la fine della gara, quindi sempre troppo tardi), ha dimostrato di poter girare come Massa se non meglio. Guasti non ne ha subiti, se non uno mi pare. E uno come lui, che si e’ formato guidando auto da rally sul ghiaccio, non avrebbe dovuto avere problemi con l’eliminazione del controllo di trazione. E allora che e’ successo? Boh… secondo me deve avere qualche problema personale, tipo lack of gnocc (come si dice in inglese). Si sa come sono ‘sti nordici, non mostrano emozioni ma metabolizzano tutto dentro, e quando c’hanno il rospo, si spengono e diventano asettici e immoti. Ma puo’ anche darsi che costui sia un altro Mika Hakkinen (finlandese pure lui, non a caso). Pur essendo Hakkinen un signor pilota, una volta vinti due titoli mondiali (tra l’altro contro Schumacher!) e messo da parte un bellissimo gruzzoletto, si e’ ritirato, pur avendo ancora davanti molti anni di qualita’. Quindi e’ possibile che i nordici non abbiano quel filettino rosso nel cervello che rende i piloti di F1 quei pazzi avidi di adrenalina che poi, in realta’, sono. Anche Rosberg, che vinse il titolo nel 1981 confermo’ questa ipotesi: ho vinto? Molto bene… addio!

E Filippoide Massa? Filippoide e’ veloce, come qualsiasi altro brasiliano passato presente e futuro al volante di una F1. Ma come ogni altro brasiliano, con l’eccezione unica ed irripetibile di Ayrton, e’ assolutamente incostante. Una volta e’ un fulmine e quella successiva propelle l’auto a scorreggine. Una volta fa la gara perfetta ma l’altra compie 9403272 errori e va 432159285 volte in testacoda, sbagliando nel contempo 573265 curve e 18 sorpassi (di questi ultimi se ne vedono poco in F1, quindi solo 18…). A quanto pare il setup lo sa fare, e’ simpatico e comunicativo, ma e’ brasiliano. Va preso cosi’: con amore quando vince e con incazzatura e scurrilita’ varie quando emula Takuma Sato (giapponese da ricovero immediato).

Si, ma allora ce li teniamo o no? Io direi no, almeno non Raikkonen, sinceramente non serve. E’ vero, ha vinto il titolo l’anno scorso, ma l’anno scorso doveva vincerlo! La Ferrari era troppo superiore e, nonostante questo, pure l’anno scorso il titolo e’ stato assegnato in Brasile dopo una gara rocambolesca, e per un solo punto di differenza. Io credo allora che la difficolta’ di Raikkonen sia proprio nel suo carattere finnico. Ad esempio, me li immagino gli ingegneri che cercano di cavargli qualche informazione sul comportamento della monoposto: “Kimi, allora come va ‘sta macchina? Dicci qualcosa, cazzo!”. E Kimi: “Mmmm… burp…. sgrunt….”. “Kimi, porca di quella miseriaccia zozza, ci devi dire le tue sensazioni!”. Kimi: “Sens… uummm… burp… well… ptffff”. Ma poi vi sta simpatico? A me no! Anche il Teutonico era simpatico come un nido di vespe nelle mutande, ma almeno quando correva ti faceva godere come un mandrillo! Sto Kimi qua non si capisce mai se sia presente o assente, se stia correndo per la gloria e se non gliene possa frega’ de meno.

Massa non saprei, quest’anno ha sfiorato il titolo, ma bisogna sempre contestualizzare. Messo in pista, alla pari, con Schumy, Ayrton, Alonso e qualche altro, probabilmente potrebbe fare il raccattagomme. In questi anni, con la Ferrari che produce dei bolidi ineccepibili, con Alonso che corre su un triciclo (salvo un paio di gare), con Trulli che guida un oggetto ignobile e Fisichella che va a piedi, perfino una signorina incazzosa come Hamilton e’ riuscita a vincere il Mondiale. E Massa? Massa  no! A caldo direi “via via vattene via”. A freddo direi “una buona seconda guida per Fernando Alonso”.

5 novembre 2008 - Posted by | Cose tecniche | , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Ti è rimasta nella penna -perchè lo so che lo sai- quale è stata la vera beffa per il Professore.
    La gara in questione era Montecarlo.
    Iniziò a piovere e Senna, con la Toleman, stava rimontando 4 o 5 secondi al giro su Prost che era primo, quando Jackie Ickx, direttore di gara nonchè uomo Porsche, decretò la fine anticipata; la sensazione fu che lo fece per salvare il primo posto di Prost, in realtà gli costò il mondiale: prese 4,5 punti contro i 6 che avrebbe incamerato con un secondo posto dietro a Senna in una gara che fosse arrivata fino in fondo.
    Poi, solo per un fatto di buon gusto, potresti non mettere nella stessa frase il Kaiser e gli attuali piloti Ferrari?
    Non per altro: col tedesco e la macchina di questanno avremmo vinto il mondiale a Silverstone.
    Anche se bisogna riconoscere che Massa ha perso per un punto, ma macchina e squadra glie ne hanno mangiati almeno quindici: sommali a quelli che si è mangiato lui e come risultato avrai il livello di culo rotto di Hamilton.
    Dottordivago

    Commento di ilpandadevemorire | 5 novembre 2008 | Rispondi

  2. Azz, allora non mi ricordavo una fava! Pensavo che il mezzo punto fosse dovuto ai 4.5 che Lauda aveva preso e non Prost. Meglio ancora, grazie del contributo cara vecchia nerchia che non sei altro 😀

    Lo so che non dovrei confondere la lana con la seta, pero’ quando vedo Raikkonen e Massa sprecare una Ferrari in questo modo, il paragone mi viene inevitabile.

    Sul mazzo scassato di LH non ci sono dubbi, d’altronde l’ho detto che e’ una signorina…

    Commento di tuttoqua | 6 novembre 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: