TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Salva il Pianeta, mangia un Vegan

Il titolo del POST e’ una battuta rubata a Jeremy Clarkson, non si offendano i Vegan.

E’ ormai un fatto assodato che un’enorme quantita’ di gas serra che vengono immessi quotidianamente nell’atmosfera provenga dai peti dei bovini. Si’, insomma, dalle scorregge delle mucche! E quanti bovini ci sono in giro? Mah, probabilmente molte centinaia di milioni, quasi tutti allevati per farne carne e latte.

Il celebre e tanto temuto Global Warming, da cui sembra ormai tutto dipenda, non e’ dunque colpa delle Range Rover e della Nike, ma delle maledette mucche!

Dall’altro lato esistono i Vegan. Che, piu’ che per un programma specifico di alimentazione, sono per uno stile di vita: rispettare gli animali in tutto e per tutto. Quindi non farli soffrire, meno che mai ammazzarli e nemmeno sfruttarli per scopi alimentari. E allora, oltre alla carne, via anche il pesce, i frutti di mare, le uova, il latte e i suoi derivati. Non commento, anche se dissento, ma mi chiedo perche’.

Iniziamo dal contenuto proteico. Molti sostengono che qualsiasi proteina animale sia assumibile in uguale quantita’ e qualita’ anche mangiando frutta e verdura (definizione generica per qualsiasi cosa non sia di origine animale). Non sono uno specialista, ma cerco di utilizzare il buon senso. Da sempre l’uomo ha mangiato carne/pesce e ed e’ venuto su abbastanza intelligente. Storicamente il non variare la dieta ha creato aree in cui si diffuse la pellagra, per non parlare del fatto che esiste l’India. In India, un buon 75% della popolazione e’ vegetariano, anzi e’ Vegan. E lo e’ da secoli, se non da millenni. E’ mia personalissima opinione (confutabile quando e come volete, ma solo con fatti, per favore, e non con opinioni derivate e distanza da libri e documentari, grazie), che gli indiani siano mediamente fessi e piuttosto sottosviluppati da un punto di vista cerebrale. Certamente l’ignoranza paurosa che li affligge svolge un ruolo significativo, ma starsene un po’ da queste parti, a contatto quotidiano con loro, fa apprezzare delle sfumature non percepibili dall’altro lato del pianeta. In Europa esistono senza dubbio gli ignoranti, ma si tratta, sostanzialmente, di analfabeti o semianalfabeti. Queste persone hanno comunque la capacita’ di apprendere una serie di concetti e nozioni di base se ricevono spiegazioni adeguate, in una forma a loro comprensibile.

Con l’indiano questa cosa non funziona. A Roma si direbbe che so’ de coccio! Non c’e’ verso, si convincono che “una cosa e’ cosi'” e addio… sguardo perso nel vuoto e nulla di piu’.

E’ possibile che questa, diciamo, resistenza all’apprendimento, sia anche dovuta a un limite mentale indotto dall’alimentazione millenaria a base di riso e vegetali vari? Io penso di si’.

Esaminiamo un attimo anche il Mondo Animale: quali sono gli animali piu’ furbi, oppure quelli che tendiamo a definire intelligenti? Le bestie carnivore! Fatemi il caso di un erbivoro, uno solo. Il primo che mi dice “la scimmia”, me lo divoro crudo! Le scimmie mangiano insetti e, qualche volta, anche la carne.

Non c’e’, vero? In compenso ci sono i canidi, i grossi felini, i delfini et similia. Tutti mammiferi che mangiano proteine animali. Qualcuno potra’ obiettare che costoro hanno sviluppato “un’intelligenza superiore” anche in virtu’ del fatto che e’ leggermente piu’ difficile tendere un agguato a una gazzella che a una ghianda. Vero anche questo!

Torniamo alle mucche scorreggione, ma con una premessa. Non sono esclusivamente carnivoro, ma non potrei neanche tollerare il fatto di essere solamente erbivoro. Che vita triste sarebbe…

Diciamo allora che sono per una dieta che includa la carne, rossa possibilmente, con degli ottimi contorni di verdure grigliate e patate al forno. Mi pare un buon compromesso, come si direbbe dalle mie parti “salvo Filippo e il panaro” (non chiedetemi di spiegarvi questo detto perche’ non saprei).

Una cosa e’ certa: se so che domani mattina devo andare a fare un meeting con altre 10 persone in una stanza di 2 metri per 2 metri, sicuramente stasera non mi sparo una fagiolata messicana! In altre parole non scopro l’acqua calda quando affermo che la quantita’ (e la qualita’!) di gas intestinali possa essere agevolmente controllata con un’alimentazione adatta allo scopo.

Oggi i nostri bovini mangiano, per lo piu’, schifezze provenienti da riciclaggio vario. Quasi sempre si tratta di pastoni fatti di carni e ossa di scarto e chissa’ quali altri orrori chimico-sintetici. E poi mollano? E ti credo, forse se mangiassi io quella roba potrei autopropellermi da Milano a Tokyo e ritorno e superare i Mach 3!

Ma allora mi viene un’idea: perche’ non facciamo diventare Vegan i nostri animali, e noi ce li mangiamo come niente fosse? Non salviamo Filippo e il panaro cosi’?

Annunci

26 gennaio 2009 - Posted by | Cose tecniche, L'India non puo' farcela! | , , , , , , ,

14 commenti »

  1. ………mi sono imbattuto in questo articolo per puro caso, se articolo è possibile definirlo, spero sia uno scherzo, è di una pochezza inenarrabile e smentisce assolutamente il fatto che il consumo di carne favorisca lo sviluppo delle capacità intellettive, anzi avvalorerebbe ulteriormente le ipotesi contrarie. Non so cosa pensare, spero vivamente che sia uno scherzo, allora forse riderei.

    Commento di Giuliano | 10 agosto 2009 | Rispondi

    • Giuliano, e’ palese che si tratta di una cosa scritta per ridere. Lo si capisce dal titolo (pensi seriamente che consiglierei a qualcuno di mangiare un altro essere umano??), dai toni e dal riferimento a Clarckson, che e’ un giornalista inglese che fa dell’ironia il suo cavallo di battaglia. Che poi, sapendo questo, ti venga o meno voglia di ridere, questo lo lascio a te.

      Commento di tuttoqua | 10 agosto 2009 | Rispondi

    • assolutamente daccordo con te chi ha scritto l’articolo, è una persona di un’ignoranza madornale, come ti permetti di insultare un’altra razza in malo modo, sai che il record di longevità appartiene ad una donna indiana (120 anni) chi sa il perchè, se vuoi mangiare carcasse in putrefazione fallo ma nn permetterti di insultare chi decide di nn farlo

      Commento di Erald D. Balla | 15 maggio 2012 | Rispondi

      • Eccone un altro! Ma cazzo, ma l’articolo l’hai letto o ti sei fermato al titolo??? Ma come mai il Pianeta si e’ improvvisamente riempito di imbecilli?

        Commento di tuttoqua | 15 maggio 2012 | Rispondi

  2. Pienamente d’accordo. Almeno nel caso degli indiani, s’intende. Sui vegani nostrani, mi stanno sul cazzo perche’ fanno del cibo un’ideologia.
    Ma gli indiani, qualche deficienza ce l’hanno, e si vede. Anch’io sono arrivata alla conclusione che l’alimentazione faccia la sua parte.

    Commento di beatrice | 19 novembre 2009 | Rispondi

    • Sinceramente ho riso dell’articolo e non ho voglia di leggermi gli altri, piu che per la voglia per il poco tempo e perchè sono qui per caso per una errata ricerca su google.
      Ad ogni modo anche se il post è di millenni fà dico la mia.
      Non sò gli indiani in India, probabilmente sarà anche vero quello che dici ma poco mi importa, vivono di fatto in un paese che stà emergendo solo ora, e che probabilmete in futurò sarà la madrepatria del commercio per N motivi.
      Sono Vegan e italiano (purtroppo), e se proprio devo lamentarmi di intelligenza sottosviluppata mi lamento di quella degli italiani, che conosco bene e evito per quanto mi è possibile, perchè piu che parlare di calcio e di grande fratello o dell’ultima soubrette scosciata non sanno fare, ma sarebe un errore anche questo, perchè ne conosco fortunatamente alcunii che invece hanno una grande intelligenza, indipendentemente dall’alimentazione, conosco persone completamente idiote carnivore e grandi geni vegani o vegetariani e viceversa. quindi se l’articolo si ferma a una risata bene, anche se sinceramente credo sia un modo di scrivere per non far incavolare la controparte per quello che scrivi, peccato, perchè dal titolo non sembrava male 😉
      aniway ognuno trova l’armonia nel modo che preferisce, personalmente non credo in yoga reiki e palle varie, ma se qualcuno ci trova la pace ben venga, come per chi crede in Dio, in Allah o in Budda, o perchè no, in Dumbo l’elefantino volante.

      Buona giornata a tutti

      PS
      Per chi volesse approfondire lascio 3 link, 2 ottimi punti di inizio e un ricettario per farvi vedere chenon mangiamo solo erba 😉

      http://www.vegfacile.info
      http://www.scienzavegetariana.it

      http://www.veganhome.it/ricette-vegan-home.pdf

      Commento di Raizen | 15 marzo 2012 | Rispondi

  3. Credo tu stia scherzando. Faccio il giornalista e pur amando la libertà d’espressione mi rendo conto di come, a volte, sia un male. Non puoi scrivere fesserie di questo genere. Soprattutto senza citare una fonte, un dato. Ti dico solo che il 75% degli indiani non sono vegan, ma vegetariani. Il latte lo bevono e lo amano da millenni. Poi ti consiglio di leggere qualche testo della tradizione vedica e magari di farti un viaggio. Capirai che non sono di coccio come dici tu. Credo, a naso, che di coccio siano le persone che la pensano come te. I superficiali. Da ultimo, visto che tu ne capisci di dati, guarda la popolazione statunitense. Pensa che consumano carne come dei forsennati. Guardali bene. Ma bene, bene. Ecco se non hai ancora capito allora sei tu quello che rimane imbambolato. Non gli indiani.

    Studia e documentati. Poi scrivi.

    Hare hare

    Commento di angelo | 20 marzo 2010 | Rispondi

    • Caro Angelo, tu sei l’immancabile imbecille di turno che: a) non legge tutto e bene prima di sentenziare. E b) non connette il cervello prima di sentenziare. In riferimento al contenuto del POST, l’ironia e’ evidente. “Credi che io stia scherzando”, pero’ poi mi offendi? Ripeto, sei un imbecille. Infine, se avessi letto bene, avresti scoperto che io in India ci ho vissuto e lavorato, quindi casomai il “viaggetto” fattelo tu!. Ma, d’altronde, ho gia’ capito tutto dal tuo email: angelo.yoga@ecc ecc ecc… Sei il solito turista italiano che va in India (se ci va, altrimenti sentenzia a distanza) a fumare la canna e a fare lo Yoga. Il tuo contributo di uno che si fa prendere per il culo dai Guru vale zero. Addio (il tuo prossimo commento va direttamente in SPAM, quindi evita di replicare perche’ non legge nessuno).

      Commento di tuttoqua | 22 marzo 2010 | Rispondi

  4. TuttoQua, ma ti posso assumere per rispondere agli idioti che vengono da me? Sei un genio, cazzarola.
    Tipico che tiziocatiosempronio.yoga ti consigli di leggerti i Veda. Perche’ ci hanno la saggezza filosofica, l’unita’ con l’anima universale… (mi viene in mente Carlo Verdone quando fa l’hippie, che film era?)
    Aggiungi alla carenza proteica atavica il fatto che si inseminano tra consanguinei, e opla! Incredible Intelligence!

    Commento di bixx108 | 25 marzo 2010 | Rispondi

    • Bix, per te lo faccio gratis 😉

      Commento di tuttoqua | 25 marzo 2010 | Rispondi

  5. Questo articolo è la dimostrazione scientifica che l’alimentazione ricca di carne non stimola affatto l’intelligenza, dato le ridottissime capacità celebrali di chi ha scritto queste idiozie.

    Commento di Manuela Pinna | 28 dicembre 2011 | Rispondi

    • Manuela, hai letto bene o eri di fretta? E’ uno scherzo, una presa in giro, una cosa ironica…

      Commento di tuttoqua | 18 marzo 2012 | Rispondi

  6. Se lo scopo era far ridere ci sei riuscito! grandissimo! 🙂
    Spero solo che non arrivi veramente qualche “Indiano” a leggerti, potrebbe veramente credere alle tue minchiunate! Ma tra l’altro… mi era arrivata voce che a Silicon Vally lavorassero tanti indiani, ah no… scusa! ricordo, si parlava di lavapiatti e sturagabinetti! ma… ricordo anche che in passato lessi un articolo che diveva qualcosa del tipo: “Scoperti geni in matematica tra i bambini delle strade indiane”… bho! chissà di che tipo di geni si parlava.
    Gli animali prettamente carnivori sono i più intelligenti?? o caspita… Tra le classifiche che ho letto quella proveniente dalla fonte più autorevole, posione più posizione meno, diceva:
    1) Scimpanzè (% di carne bassissima, Bonobo e Gorilla cugini primi loro e nostri non ne mangiano proprio)
    2) Delfini (carnivori)
    3) Balene (si nutrono di microrganismi, che non sono animali ed anzi gli studiosi li accostano più ai vegetali, e alghe)
    4) Maiali (non sono così porci come si pensa nel mangiare! solo se hanno veramente tanta fame diventano carnivori…la loro alimentazione naturale è fatta di vegetali)
    5) Elefanti (vegan 100%)
    Nella top ten ricordo anche il pappagallo grigio africano e il topo (entrambi a volte solo qualche insetto), e il cavallo, oltre a cane e gatto, e da qualche parte ho sentito parlare anche delle Api; alla fine tra i primi dieci di carnivoro puro (forse) è rimasto il solo Delfino… Quindi dove sono finiti tutti questi intellettualcarnivori?
    Un’altra cosa, per tornare agli uomini… scrivi su un foglio 5 grandi menti della storia dell’umanità, i primi che ti vengono in mente… ora, vai a farti delle ricerche e fose forse scoprirai che qualcuno di loro era vegetariano o vegano; proprio come gli Indiani!

    Commento di IGNAZIO | 3 aprile 2012 | Rispondi

    • Ignazio, si era per ridere. Una sola osservazione: non confondere chi e’ vegan (o vegetariano) per scelta personale e la cosa riguarda solo lui con chi si alimenta con cavolo e patate da migliaia di anni.

      Commento di tuttoqua | 5 aprile 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: