TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Scoprire l’acqua calda e’ troppo facile

E’ nata la FIAT Linea. E’ una Grande Punto con un bel baule sul didietro, nulla a che vedere con la dimenticatissima Duna (che Dio la abbia in gloria!) che era una Uno (versione brasiliana, nemmeno quella italiana!) con una cassapanca medievale incollata al sedere alla bene e meglio.

Questa Linea e’ bella, elegante, ha interni piacevoli e, siccome deriva in tutto e per tutto dalla Grande Punto, sara’ anche comoda, confortevole bella da guidare (la Grande Punto l’ho provata piu’ di una volta).

Non sara’ commercializzata in Italia, ma in India si’, e qui gia’ sbavano tutti. In effetti, dato il segmento, il prezzo d’attacco ed il prodotto, mi sembra una gran bella macchina per questo Paese.

Ma non e’ della macchina che volevo parlare, ma del nome. E se possibile vorrei generalizzare il concetto all’intera gamma FIAT. Ma vediamola, pezzo per pezzo, in ordine di dimensione/target di mercato. Ecco che abbiamo la:

  • 600
  • Panda
  • 500
  • Grande Punto
  • Bravo
  • Idea
  • Multipla
  • Sedici
  • Doblo’
  • Qubo
  • Croma

Di queste, le seguenti attingono a nomi e fasti di un passato piu’ o  meno recente. Ovviamente la 600 e la 500 non hanno bisogno di commenti, ma nemmeno la Panda, che fu un best seller negli anni ’80. La Grande Punto riprende la Punto, altra macchina di successo nei ’90. La Multipla era la mitica 600 monovolume: spesso guidata da suore, era anche soprannominata “due morti e quattro feriti”. Infatti, a causa della particolarissima conformazione dell’abitacolo, si poteva facilmente constatare che, in caso d’incidente, i due passeggerri anteriori dovevano inevitabilmente lasciarci le penne, mentre per gli altri 4 c’era qualche speranza.

E infine la Croma, altra ottima berlina (a me piaceva) che negli anni ’80 fece un discreto furore, non fosse altro per essere stata la prima vettura commerciale di serie a montare un 1.9 turbo diesel a iniezione diretta con turbina a geometria variabile e un 2.0 a benzina con i condotti di aspirazione a sezione variabile (si chiamava CHT, ve la ricordate?).

Cosa resta? Restano Bravo, Idea, Sedici, Doblo’ e Qubo. Passi la Bravo, ce ne era stata una negli anni ’90 (c’era anche la Brava che era la Bravo con un’orrendo sedere), ma che comunque suona come una macchina da vendere agli italo-americani emigrati a New York, specialmente dalla Sicilia. “Minchia, che macchina comprasti?”. “Minchia la Bravo comprai!”. “Bravo cumpa’, bravo, bene facisti!”.

L’Idea non la commento nemmeno piu’ di tanto. Ma che sarebbe pure un nome Idea? E allora perche’ non usiamo nomi quali Concetto, Stile (c’era la Stilo in effetti…) ecc…? Non comunicano niente! Vuoi comunicare un’idea? Dagli un nome, fai capire qualcosa! E’ come dire: “senti, ho avuto un’idea”, e poi non dire niente!

La Sedici… argh, la Sedici. A parte il fatto che di FIAT in quel coso c’e’ molto poco (e’ della Suzuki e la versione giappo-nippo si chiama SX4), in realta’ Sedici viene da 4×4=16, dove 4×4 significa a trazione integrale. Non sforzatevi troppo, mi raccomando!

Doblo’ non merita nemmeno un altro grammo d’inchiostro, se non per dire che ricorda una tavoletta di cioccolata. Cioccoblocco Doblo’ e’ un piacere morderlo…

Qubo poi… ma come si puo’? Un cubo! Un’automobile che, per definizione, deve essere elegante, armonica, filante, comoda aerodinamica, la chiami come un oggetto geometrico solido che ha tutte le facce uguali e ci metti pure una bella Q al posto della C, giusto per assicurarti di caricare il mattone con altri 100 Kg di cemento armato?? Ma secondo voi far avanzare un cubo in un fluido costa meno o piu’ che far avanzare una freccia? Ma quanti Km al litro fa la Qubo? E quanti parsec impiega da 0 a 100 Km/h? In compenso dovrebbe frenare come una bestia, vista la resistenza aerodinamica! Basta alzare il piede dall’accelleratore e, zac, auto ferma!

E, infine, ci metto la Linea, che va un po’ insieme al cubo. Ma che vogliamo fare, l’intero libro di geometria qua? La prossima si chiamera’ Tetraedro o Parallelepipedo? Ma insomma, un po’ di creativita’.

Tanto per dire, vi propongo il paragone con modelli analoghi di altre marche, cosi’ vediamo di confrontare i nomi.

  • FIAT Bravo Vs Volkswagen Golf
  • FIAT Idea Vs Lancia Musa (stessa macchina, stesso gruppo!)
  • FIAT Sedici Vs Land Rover Freelander
  • FIAT Doblo’ Vs Citroen Berlingo
  • FIAT Cubo Vs Renault Kangoo
  • FIAT Linea Vs Toyota Auris

Non saranno nemmeno questi nomi da paura, ma almeno non sono troppo banali. E, a meno che non si voglia andare nelle sigle e nei numeri (Audi A4, 5, 6; BMW 3, 5, 7; Peugeot 208, 308…), mi pare che si potrebbe fare molto meglio di cosi’.

D’altronde la scelta del nome di un’automobile e’, quasi sempre, un grosso investimento da parte di molte case automobilistiche, investimento che andrebbe affrontato con cognizione di causa. Se e’ vero che l’abito fa il monaco, allora il nome gioca un ruolo determinante nella scelta del consumatore. Se e’ vero che ci sono miti indistruttibili (trovatemi uno che si sogni di dire che BMW M3 non sia un nome quantomeno divino!), quando si gioca con un prestigio non proprio intonso da un lato, e con una concorrenza piu’ che agguerrita dall’altro, bisogna usare un po’ d’ingegno e tentare di avere la meglio su tutti i fronti.

E’ per questo che dico che scoprire l’acqua calda e’ troppo facile. Eh gia’… rifai la 500 uguale e la chiami pure 500, grazie, lo so fare pure io!

Ma allora, se proprio vogliamo usare l’acqua calda, lo scaldabagno FIAT e’ molto piu’ grosso di cosi’! Ritmo? 131? 127? Uno? Se poi vogliamo proprio la pappa pronta, non c’e’ che da scegliere: Topolino, Campagnola, 8V, 850…

Eddai, su!

Linea…

Annunci

27 gennaio 2009 - Posted by | Aziende e dipendenti, Bestialita', Cose tecniche | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. …certo che però confrontare la Bravo con la Golf, è proprio sparare sull’ambulanza! 😀 Gli unici nomi orrendi della VW sono stati corrado e scirocco (chissà come gli erano venuti!!)

    Io ho avuto diverse auto Fiat a causa di un sistema di noleggio che ci teneva particolarmente a non farmi affezionare a nessuna, ma la peggiore in assoluto è stata un – chiamiamolo così – ‘figlio adottivo’ di Fiat: la terribile Lancia Delta. Un trattore travestito da macchina, con la ripresa di un bradipo e il nome che chiaramente si riferiva alla convergenza. Che tu la lasciassi anche parcheggiata in garage per un mese, eri certo che la convergenza se ne andava allo scadere dei 30 giorni. In quel periodo il meccanico titubava tra il pensarmi innamorata di lui o in preda a raptus notturni in cui usavo l’auto per fare rally in montagna…

    Comunque in questo momento la suprema acqua calda che sta utilizzando Fiat resta la cassa integrazione ( http://www.bloglavoro.com/2009/01/27/la-fiat-si-prepara-a-lasciarne-a-casa-60000.htm )
    .. salvo per le nostre tasche… per noi sarà come sempre acqua bollente e con un peso specifico consistente!!!

    Commento di Erbaviola | 27 gennaio 2009 | Rispondi

    • D’altronde ormai la cosa va sui libri di storia, perche’ periodicamente si ripete la stessa questione, e non solo per FIAT, ma per Alitalia, Ferrovie, ecc…

      Quando c’e’ una crisi, non generata dal mercato, ma dalla cattiva gestione delle stesse aziende, allora si manda la gente a casa, si minacciano fallimenti e il Governo interviene, coi nostri soldi, direttamente o indirettamente.

      Ovviamente sta per partire una nuova campagna di incentivi alla rottamazione, cosi’ che FIAT possa vendere un altro po’ di auto. Niente di male, se non fosse che, comunque ci rimettiamo noi che paghiamo le tasse.

      La Srl tal dei tali, con 30 dipendenti, se sta per fallire, al Governo non gliene frega niente. Il problema e’ che l’economia italiana si regge sulle migliaia di piccole e medie imprese che abbiamo, non sui tre inutili e costosi carrozzoni di cui sopra.

      Commento di tuttoqua | 28 gennaio 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: