TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Chi paga in Formula 1?

Tra poco piu di un mese (34 giorni, 17 ore e 28 minuti per i pignoli), riparte la Formula 1, da Melbourne.

Tante le novita’ quest’anno: carichi diversi, ali piu’ piccole, motori piu’ durevoli, il K.E.R.S., gomme slick (che belle!), ecc… ma non e’ di questo che voglio parlare, ma di chi paga.

Sono tempi di crisi, e’ dura, i costruttori minori soffrono, la F.I.A. cerca di tenerli dentro dicendo che i costi sono stati tagliati (ma poi introducono il K.E.R.S. il cui sviluppo costa una follia e non serve a niente!), ma i budget si restringono sempre di piu’. C’e’ chi ce la fa o cerca di farcela, e chi chi ci mette una pietra sopra, come la Honda. Anche se pare che adesso la Virgin sia interessata a metterci un bel carico a denari e, secondo me, lo fara’.

Detto questo, mi e’ venuta la curiosita’ di andare a leggermi i nomi degli sponsor principali della stagione 2009, quelli cioe’ che appaiono in bella vista, con scritte enormi e posizionate in punti strategici sulle monoposto. Se il Marketing non e’ un’opinione, questi sono quelli che sborsano il grosso del budget.

E’ venuta fuori questa lista:

  • McLaren: Vodafone, colosso mondiale delle Telecomunicazioni con tanti soldi da spendere e che tappezza, abitualmente, qualunque superficie libera, fissa o in movimento.
  • Ferrari: Marlboro, il mostro dei prodotti per fumatori, che fa e fara’ sempre soldi, nonstante crisi, divieti, campagne antifumo e tutto il resto. Questo e’ un sodalizio storico, ormai indipendente da considerazioni di business, per scindere il quale dovrebbe succedere il peggior cataclisma della storia.
  • BMW: Petronas, gigante asiatico della Chimica (la scuderia BMW naque qualche anno fa dalle ceneri della Sauber-Petronas). E a simboleggiare la potenza di questa azienda, chi non conosce le Petronas Towers a Kuala Lumpur?
  • Renault: ING, prodotti finanziari. Quelli del Conto Arancio, per intenderci. Tanti, tanti soldi… Pero’ ING ha anche annunciato, un paio di settimane fa, che al termine della regolare decorrenza del contratto la sponsorizzazione non continuera’ (mi pare nel 2010).
  • Toyota: Panasonic, che altro dire? Questi i soldi pure ce li hanno, soprattutto hanno buoni profitti, anche se sospetto che la maggior parte del budget venga da Toyota stessa (si dice che fino all’anno scorso avessero budget illimitato, a dimostrazione che per vincere in F1 non basta nuotare nell’oro).
  • Williams: Philips, gli olandesi si rimettono in gioco. Evidentemente le loro performance finanziarie nei mercati asiatici sono andate davvero troppo bene per permettersi di investire in F1. L’anno scorso lo sponsor della Williams era la AT&T, colosso americano delle telecomunicazioni, tanto per gradire…
  • ReduBull e ToroRosso: stesso padrone, stesso sponsor, che poi e’ il padrone stesso, la RedBull, celebre bibita energetica che a me non piace nemmeno un po’. Ma quante lattine vende questo qua per tenere in vita addirittura due squadre?? Per non parlare delle decine e decine di eventi sportivi e manifestazioni varie che sponsorizza in tutto il Mondo!
  • ForceIndia: ebbene si, anche l’India. Il magnate della Kingfisher Vijay Mallya che mette in pista due auto mediocri e le sponsorizza con la sua birra (buona devo dire).
  • Honda: dicevamo di Virgin, si vedra’. Ma evidentemente se Sir Richard Branson spende tanti soldi per costruire un’astronave per turisti, il quibus non gli manca.

Quindi, facciamo due conti? Chi e’ che quest’anno si puo’ permettere di buttare nel calderone alcune centinaia di milioni di euro?  Due fanno bibite, e sponsorizzano tre squadre. Uno fa sigarette, due fanno elettronica, uno fa telecomunicazioni e l’ultimo, se la faccenda Honda andra’ in porto, fa Media (sostanzialmente).

A quanto pare i bibitari fanno un certo effetto. Mettere in pista dei budget che competono con colossi della Finanza e delle Telecoms, semplicemente vendendo lattine, ha quasi dell’incredibile! Il 30% delle sponsorizzazioni oggi presenti in F1 viene da roba che beviamo. Ma quanto profitto fanno su ogni lattina questi qua? Sarei davvero curioso di saperlo! Toyota, dopo 42 anni di profitti annuncia perdite… no dico Toyota, un’azienda fatta di macchine umane che costruiscono macchine, dice che quest’anno e’ andata male. E i lattinari invece?

Mi chiedo come mai la CocaCola non c’abbia mai fatto un pensierino… eppure con quelle lattine rosso fuoco li’… Ummmmm. Signor CocaCola, allora?!? Con Maranello abbiamo parlato??

In ogni caso, forza Ferrari e forza Toro Rosso (e’ la ex Minardi di Faenza!). Ma anche forza Vettel e forza Alonso che so’ taaaanto bravi.

20 febbraio 2009 - Posted by | Aziende e dipendenti, Cose tecniche | , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. […] Articolo completo fonte:  Chi paga in Formula 1? « Tutto Qua? […]

    Pingback di Chi paga in Formula 1? « Tutto Qua? | 20 febbraio 2009 | Rispondi

  2. Mi associo,però…
    Prendi Napoli, togli il mare ed il Vesuvio, e poi capisci come mi sento da quando il Re non corre più.
    Dottordivago

    Commento di ilpandadevemorire | 21 febbraio 2009 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: