TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Cave Indianem

Uma e’ il nostro pastore tedesco femmina di 2 anni e mezzo. E’ la nostra bambina, come dire la TuttoQua BabyGirl della famiglia, ed e’ sempre stata con noi qui a Gurgaon. Ora abbiamo deciso di cambiare qualcuno dei nostri piani, e la nuova strategia prevede anche il suo rientro in Italia, almeno per un po’, a casa dei nonni materni, mentre noi la raggiungeremo il 22 Aprile (per me due settimane di Italia… ahhhhhhhh… siiiiI!!!). Ma di questo vi diro’ fra qualche giorno, datemi solo un secondo per asciugarmi il rivolo di saliva che mi e’ uscito dalla bocca…

Dicevo… nel frattempo la nostra amatissima bestiaccia e’ rientrata in Italia ieri. I cani moderni sono cosi’: viaggiano da soli, con bagaglio al seguito, e sanno anche come prendere le coincidenze senza perdersi.

In realta’ devo dire che Uma e’ stata bravissima: ha passato 24 ore nella sua gabbia, e non ha nemmeno lasciato ricordini odorosi… non so come abbia fatto. All’arrivo ha trovato il nonno ad aspettarla e, nonostante non lo vedesse da 9 mesi, e nonostante lei non sia proprio un pasticcino alla crema (e’ una tigre della Malesia…ed e’ incazzosa come un lama), quando l’ha visto l’ha riconosciuto subito, e gli ha fatto delle feste pazzesche. Io, da bravo papa’, ho fatto mio malgrado l’anima in pena, e sono andato a dormire alle 3 del mattino, per assicurarmi che il volo fosse partito, e la mia bambina non restasse nel magazzino dell’area cargo di Delhi, circondata da indiani piu’ bestiali di lei.

NOTA: se dovete spedire Live Animals dall’India, fateli sempre viaggiare con Lufthansa via Francoforte. E, se siete a Delhi e dintorni, rivolgetevi ad un agente che si chiama “Clintus” (scrivetemi in privato se vi servono le coordinate). Grazie al buon lavoro, almeno dal punto di vista operativo, di Lufthansa e di Clintus, e grazie anche alle profondissime e dettagliatissime conoscenze di TuttoQua Girl in materia di logistica e spedizioni, la preparazione, il disbrigo della burocrazia e il viaggio stesso sono stati ottimi.

Ci sono pero’ un paio di cose che vi devo raccontare. La prima che dovete sapere e’ che esiste una fondamentale differenza tra spedire un animale portandesolo al seguito (cioe’ voi viaggiate sullo stesso aereo, consegnate e vi riprendete il cane in aeroporto come fosse una valigia) e spedirlo come “merce”. Di fatto la bestiola viaggia  esattamente nelle stesse condizioni, ma la differenza e’ che per viaggiare da sola ha bisogno di un handling agent che si occupi della burocrazia, e di qualcuno che la vada a ripescare all’arrivo. Il tutto equivale a molto piu’ lavoro per la compagnia aerea e anche a dover assumer e pagare a parte l’agente. Verrebbe spontaneo pensare che la spedizione come merce costi di piu’…

E invece no!

Un cane al seguito costa come un bagaglio dal peso eccedente: 30 Euro al Kg!! Quando siamo venuti in India, portandoci dietro Uma, abbiamo pagato 1.200 Euro one-way (40 Kg tra cane e gabbia x 30 Euro).

Quando abbiamo chiesto il preventivo a Clintus, che includeva il preventivo di Lufthansa (circa 8 Euro al Kg…), la cifra totale non superava i 600 Euro, praticamente la meta’. Beh, capirai, visto che il cane avrebbe comunque viaggiato esattamente sullo stesso aereo (il Boeing 747-400 che collega Delhi a Francorte) e sapendo che il nonno sarebbe stato ben felice di andarla a prendere, perche’ spendere il doppio?

In realta’, in India, le cose non vanno mai come programmato. Col volo in partenza alle 02:25 del mattino di venerdi, l’agente arriva a casa alle 20:30, perche’ Lufthansa India vuole cosi’… Arriviamo in aeroporto, area cargo, sbrighiamo le formalita’, e Uma e’ pronta e impacchettata alle 22:00. Allora chiedo al capetto di Lufthansa:

“ma perche’ ci avete fatto venire cosi’ presto? Ora ‘sto cane deve stare 4 ore e mezza qui nel magazzino, poi spararsi 8 ore di viaggio fino a Francoforte, per poi attendere 4 ore li’, e farsi altre due ore d’aereo per l’Italia. Mi sembra eccessivo!”.

Lui: “Sir, abbiamo bisogno di tempo per le operazioni di dogana…”.

Io: “Minchia! 4 ore e mezza, e che dovete fare???”.

“Sir… (solito sorriso idiota, solito dito alla bocca e solito sguardo perso verso Orione). Insomma, il solito pirla indiano, che non sa un cazzo, non conosce niente del suo lavoro, e che improvvisa dall’alto della sua mente matematico-logica. Il Last Arrival Time previsto da Lufthansa era le 23:30, ma lui ha deciso che gli serviva un’era geologica per scrivere due cagate su un foglio e attaccare due adesivi sulla gabbia. Povera Uma, pensavo io.

Intermezzo: quante persone al Mondo, sui 6 miliardi attuali, non sanno come e’ fatto un pastore tedesco? Via, almeno a grandi linee! Si sa, lo chiamano pure cane lupo! Muso affilato, orecchie a punta, attitudine alla difesa (quindi incazzoso), pelo nero/biondo oppure nero/focato. Arriva il pirla di cui sopra, guarda Uma (mentre Uma guarda lui pregustando uno spuntino a base di ossa indiane) e mi fa:

“Sir… ma…. non e’ un Labrador, vero?”. Mentre Uma stava gia’ per lavare l’onta col sangue, ho trovato solo la forza di dire “no, non e’ un Labrador”.

La ciliegina sulla torta pero’ l’hanno voluta mettere a tutti i costi. Chissa’, forse pensavano che, per un attimo, potessimo dimenticarci di vivere nella piu’ grande democrazia del mondo, nel paese dei colori e dell’esperienza mistica.

Ci presentano il conto: maggiorato di circa il 100%!! Chiediamo lumi, e ci spiegano che “la procedura, per certi tipi di carichi, consente di calcolare il prezzo in base al volume e non in base al peso”. Quindi, dai 40 Kg eravamo passati a 87,5 kg!!

Ora io dico: procedura? consente?? certi tipi di carichi??? Ma che cazzo dite???? Ma allora proceduralizzate anche che siete dei ladri patentati e basta! Le gabbie per animali che devono volare rispettano normative ben precise, perche’ devono consentire all’animale di compiere determinati movimenti. In altre parole sono grosse, ma sono leggere (di plastica). E’ E-VI-DEN-TE che il volume supera sempre il peso, bestia compresa! Quindi, che minchia mi fai  a fare il preventivo basandolo sul peso (scrivendo anche che la gabbia sara’ pesata di nuovo in magazzino per confermare il peso esatto), se poi prendi le misure 5 minuti prima di partire e mi fai un altro prezzo? Anzi, ma perche’ mai la procedura contempla la tariffazione a peso, se poi e’ palese che alla compagnia aerea conviene sempre applicare quella a volume? Posso capire se spedissi un cartone di vestiti appesi: una cabina telefonica di cartone che pesa 5 Kg ma ti occupa mezza stiva! Questo lo accetterei, ma 40 Kg di roba, a prescindere, mi sembra gia’ un buon business!

E allora ti dico, cara Lufthansa India, che sei scorretta due volte: prima di tutto perche’ me l’avresti potuto dire anche due settimane fa, quando mi hai mandato il primo preventivo. E, secondo di tutto, perche’ 8 Euro al Kg per spedire una gabbia nel vano bagagli mi sembrano gia’ un furto, non capisco perche’ tu mi debba derubare due volte!

Invece no, da bravi indiani, ce l’avete detto quando ormai tutto era stato fatto, ed eravamo li’, pronti per spedire Uma. A conti fatti abbiamo risparmiato 200 Euro invece di 600, ma sinceramente, sapendolo prima, forse me la sarei portata al seguito, evitandole il trauma da abbandono (lei ci poteva vedere mentre era nella gabbia e la portavano via…).

Come al solito gli indiani non si smentiscono: ladri e stronzi! E ti fottono sempre nel momento peggiore, quando l’unica soluzione e’ quella di infilargli una granata nelle mutande, sempre che le portino.

18 aprile 2009 - Posted by | Ammazza che ladri!, Bestialita', L'India non puo' farcela! | , , , , , , , , , , , , ,

11 commenti »

  1. Che palle! Ma per un pastore tedesco facciamo tutto 😉

    Commento di blemmens | 18 aprile 2009 | Rispondi

  2. Pensa che in questi giorni, con la Senghe infortunata stiamo pensando a come si potrebbe portare in Italia i mostri. Preventivo del vet (SOLO del vet 5 gatti 5000 euri+ spese di trasporto). Secondo me i nepalesi, con la loro mano morta e viscidina, sono pure più ladri degli indiani!
    Comunque la bimba è arrivata sana?

    Commento di Niki | 18 aprile 2009 | Rispondi

    • Si Niki grazie, la piccola e’ arrivata sana e salva, e la nonna le ha fatto subito gli spaghetti 😀

      Commento di tuttoqua | 18 aprile 2009 | Rispondi

  3. Povera Uma.Per lei sarà stata una tragedia .Quello che da più fastidio ai cani è il rumore dei motori.Quando ho portato i miei cani in Italia ,durante uno scalo, ho chiesto all’assistente di volo di far controllare se le creature stessero bene. Si è messo a ridere…..mi scusi gli ho detto , ma per me sono come figli. Sempre sorridendo ha tirato fuori dal portafoglio una foto dove erano ritratte due deliziose creature pelose ” Qeste sono le mie bambine” mi ha risposto

    Commento di Trudy | 18 aprile 2009 | Rispondi

    • Immagino, ma d’altronde il rumore dei motori non avremmo potuto evitarglielo comunque. Devo dire che Uma ha molto coraggio, finora non l’ho mai vista spaventarsi, anche davanti ad animali indiani molto sospetti. Spero non abbia sofferto troppo.

      Commento di tuttoqua | 18 aprile 2009 | Rispondi

  4. Ma ti rendi conto che la fortunata fanciulla adesso è in Italia con i nonni? In Italia. Comunque io una email alla Luft Germania la farei. Sai che diverse volte minacciando di contattare la casa madre europea Dario è riuscito a stoppare i furti indo-nepalesi?
    E fortunato anche tu che te ne vai in ferie nel paese più bello del mondo! Anche se poi, lo so, il ritorno è ancora più duro! Il mio sistema consiste nel non pensarci fino alla sera prima. Poi di colpo, facendo le valige, mi prende il panico da Asia!

    Commento di Niki | 19 aprile 2009 | Rispondi

  5. Animali indiani sospetti?! Intendi quelli a due zampe e di un colore verde brunito?

    Commento di Trudy | 19 aprile 2009 | Rispondi

    • Proprio quelli! Come lo sai?? 😛

      Commento di tuttoqua | 20 aprile 2009 | Rispondi

  6. scusate l’intromissione
    sono una ragazza di 24 anni avrei dovuto partire per l’india a febbraio salvo poi nvece essere ancora qui!! mipotete aiutare?dare qualche indiazione? praticamente dovevo partire con un amico ma ora lui non parte piu, io invece sono fermamente convinta di partire! ho anche una boxerina… 🙂 sono giovaNE ma intraprenente e sveglia, non una stupida ragazzina insomma!

    Commento di dady | 22 maggio 2009 | Rispondi

    • Dady, ti sto rispondendo via email, perche’ qui rischiamo di scrivere una sfilza di commenti e perdiamo il segno.

      Commento di tuttoqua | 22 maggio 2009 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: