TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

‘A Stro… del ciel!

Prendo spunto da un bel POST di Nello che racconta, con un caso assai significativo (le elezioni politiche), quanto gli indiani siano legati alle pratiche astrologiche, a tal punto da esserne completamente dipendenti, nel pubblico e nel privato. Ma lo spunto mi serve solo per dirvi come la vedo io nei confronti di questa questione spinosa, che conta milioni e milioni di adepti e di altrettanti scettici, tra cui il sottoscritto.

E’ evidente che l’argomento non e’ esauribile in poche righe, sia perche’ si rischia di essere superficiali, e sia perche’ si rischia di non considerare tutte le molteplici sfaccettature di questa poco affascinante disciplina. Credo pero’ di poter partire da un fatto: l’astrologia non e’ una scienza. Indubbiamente si basa su osservazioni astronomiche (moto dei pianeti e tutto il resto), ma poi l’uso che fa di queste informazioni e’ piuttosto aleatorio, e da questo uso scaturiscono oroscopi giornalieri, mensili e annuali, cosi’ come interi quadri astrologici. Insomma, il nostro destino parrebbe essere scritto nelle stelle: chi nasce nel tale segno avra’ le tali caratteristiche. Che, in qualche modo, influenzeranno la sua vita, perche’ grazie a esse (o per colpa di esse) blah blah blah…

Ora la domanda e’: perche’ uno nato in un certo segno e’ un comunicatore estroverso, mentre un altro che ha la sfiga di nascere di segno opposto e’ un orso che si dedica all’eremitaggio? E perche’ il tale segno determina emotivita’ e l’altro razionalita’? Che si tratti di effetto o di causa, a sentire gli astrologi, le cose sono inevitabilmente legate a filo doppio. Per cui, l’Ariete e’ uno strafigo e  l’Acquario e’ un mostro? Ma perche’?

Faccio un esempio: un bambino nasce con parto cesareo il secondo giorno del Toro. E’ Toro, mi verrebbe da dire! Ma il cesareo si programma anche, quindi come sarebbe questo bambino se nascesse il penultimo giorno dell’Ariete? Un bambino diverso? Non credo proprio. Ci sono poi branche dell’astrologia che ritengono che non sia il segno a determinare il profilo caratteriale e il potenziale di una persona, ma piuttosto l’ascendente. Come a dire che addirittura il dato significativo non e’ la data di nascita, ma l’ora. Nasco alle 19:00 del tale segno e sono un vincente per definizione, nasco alle 3:00 e mi attende un destino di fatiche immani.

A me viene piu’ naturale pensare che un uomo fondi le radici della sua personalita’ e, perche’ no, anche delle sue fortune, non solo nel patrimonio genetico, ma anche, e forse soprattutto, nell’ambiente in cui cresce e dagli stimoli che ne riceve. Se ho i geni di un Leonardo ma nasco in un’area rurale dell’India, probabilmente faro’ il povero contadino per il resto dei miei giorni. Se sono un mediocre ma mi chiamo FIAT (e’ solo un esempio!), divento azionista e vice presidente di una delle societa’ del nonno. Oppure, piu’ semplicemente, se sono una persona nella media e cresco in una famiglia cattolica che mi manda in parrocchia, e’ possibile che io venga su magari un po’ ingenuo, ma credendo in certi valori. Invece, se i miei sono dei Quartieri Spagnoli (e’ un altro esempio!), e il pomeriggio mi “abbandonano” in strada a giocare, esiste qualche probabilita’ che io diventi tossicodipendente o che mi vada ad infilare in qualche banda di quartiere.

E non posso credere che tutto cio’ dipenda dal mio giorno e dalla mia data di nascita, e nemmeno dal fatto che in quel tale giorno alla tale ora un pianeta qualsiasi si sia preso la briga di passare nella mia costellazione, solo per il gusto di sputtanarmi la vita! E pensare che quando e’ nata l’Astrologia, l’Uomo aveva nozioni minime di Astronomia, e non conosceva nemmeno tutti i pianeti del Sistema Solare. Cosa puo’ esserci di solo vagamente esatto e credibile in una cosa del genere? Allora, siccome gli eventi astronomici sono prevedibili, potremmo scrivere la storia dell’Umanita’ in anticipo, definendo il profilo di ogni nuovo nato (almeno statisticamente) e costruendo una previsione piu’ o meno accurata degli eventi prossimi venturi. Finora non mi pare ci sia riuscito nessuno, perche’ la Storia non si scrive a priori a tavolino, ma e’ fatta di persone e fatti che, spesso, accadono in modo del tutto imprevedibile, e che stravolgono di continuo i nostri piani. E queste persone sono quello che sono per motivi indipendenti dal segno zodiacale. Hitler era dell’Ariete, e dell’Ariete, in genere, si dice che

Gli Arieti, uomini e donne, hanno un gusto speciale per la vita che è anche contagioso; per gli altri costituiscono l’esempio di come la vita andrebbe vissuta. Sono inventivi e fantasiosi, si divertono nel tenersi attivi ed affaccendati. Generalmente vanno d’accordo con tutti i tipi di persone. Si interessano dell’umanità, nell’insieme.

E minchia!!

A ennesima riprova, possiamo prendere in considerazione l’oroscopo giornaliero. Qualcuno mi dice che chi li scrive ci prende regolarmente, oppure che alcuni astrologi sono bravi, mentre altri sono degli imbroglioni. Ehm… e come li distinguo? Secondo me quelli bravi sono solo capaci di scrivere oroscopi disegnati per sparare nel mucchio, dando delle descrizioni cosi’ sommarie e generiche che, statisticamente, piu’ di uno deve rientrarci per forza.

Voglio prendere un oroscopo qualsiasi di oggi, e pesco randomicamente il Leone:

L’armonia professionale oggi prosegue. La Luna amica potrebbe indicarvi un momento di armonia nelle questioni pratiche. Siete più disponibili anche nei rapporti con i collaboratori e loro ricambiano con maggiore equilibrio. Diplomazia e sarete vincenti.

E voglio commentare brevemente: a parte la ripetizione armonia-armonia un po’ monotona, dice che “la Luna amica potrebbe indicarvi…”. A parte il fatto che non si capisce come un satellite fatto di pietra e polvere possa essere amico o nemico di chiccessia, ma l’uso del condizionale lascia ampio spazio alla casualita’. Potrebbe significa che se accade l’astrologo e’ un drago, se non accade.. beh… lui aveva detto potrebbe non potra’…. E che significa “un momento di armonia nelle questioni pratiche”? Secondo me qui l’italiano difetta parecchio, il che si presta a decine di diverse intepretazioni. L’ultima frase poi e’ la vera chicca: “diplomazia e sarete vincenti”. Il che non solo significa che la storia della Luna era una cazzata, e che quindi dipende eventualmente da voi essere vincenti o meno, ma che comunque questo e’ un fatto ovvio. Lo sanno anche i satelliti rocciosi che sul lavoro paga molto di piu’ avere un atteggiamento distensivo e collaborativo che un’attitudine guerrafondaia. Quando si vanno a fare i colloqui di selezione, tra le domande ricorrenti, ce ne sono sempre alcune relative alla capacita’ di lavorare in squadra, alla comunicazione e alla resistenza allo stress. Dite alla persona che vi sta intervistando che siete uno che prende fuoco subito e che se qualcuno vi fa incazzare gli spaccate la faccia nei 5 secondi successivi… coraggio, ditelo.

Ci scommetto un anno di stipendio che nessun astrologo scrivera’ mai una cosa come “appena arrivate in ufficio stamattina, sgranate due denti al primo che vi fa incazzare, soprattutto se si tratta del vostro diretto superiore, perche’ Giove amico suggerirebbe volentieri una siffatta azione”.

Giove, posso toccarti? Ma va a cagare!

Advertisements

12 maggio 2009 - Posted by | Cose da ricordare, La Rubrica del Chissenefrega, Quando uno non ha niente da fare... | , , , , , , ,

4 commenti »

  1. Io e mia sorella siamo nate lo stesso giorno, a 6 anni di distanza e abbiamo lo stesso ascendente. Chiaramente, siamo agli antipodi e le nostre vite sono così diverse che dubito che potrebbero appiopparci anche l’oroscopo più vago 😀 Con un’oroscopo come quello sopra, è indubbio che troveresti me a urlare al telefono con chiunque e mia sorella a casa in malattia 😉

    Commento di Erbaviola | 13 maggio 2009 | Rispondi

  2. Sinceramente non credo neppure io agli oroscopi. Come hai detto tu, il nostro carattere o il nostro comportamento è formato da un insieme di fattori.Però qualche volta mi chiedo come la luna possa influenzare la semina o il vino. Ho provato ad imbottigliare con la luna sbagliata ed il mio vino non schiumava.

    Commento di Trudy | 14 maggio 2009 | Rispondi

    • Trudy, la Luna esercita una forte attrazione gravitazionale sulla Terra, responsabile, tra le altre cose, delle maree. Puo’ darsi che c’entri qualcosa…

      Commento di tuttoqua | 15 maggio 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: