TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Post-gara Gran Premio di Germania

Sulla pista del Nurburgring, tracciato moderno inaugurato nel 1984 e costruito negli immediati pressi dello storico circuito di circa 23 Km (dove Niki Lauda, nel 1976, rischio’ di morire bruciato nella sua monoposto) si e’ svolta oggi la nona prova del campionato mondiale di Formula 1 2009. Corsa un po’ anomala, sia per le qualifiche di ieri, condizionate pesantemente dalle condizioni meteo, sia per la difficolta’ oggettiva nel valutare le eventuali migliorie tecniche introdotte da alcune scuderie. Basti pensare che, dopo oltre 20 giri, i primi 5 piloti erano compresi in un intervallo di 5,1 secondi, e dopo 30 giri, ce ne erano ancora quattro in 7,5 secondi. La cosa e’ piuttosto insolita, ed evidenzia un certo livellamento delle prestazioni. La gara odierna e’ stata anche il giro di boa: mancano, infatti, otto gare alla fine del Mondiale, e possiamo, anche in virtu’ di quanto visto oggi, provare ad ipotizzare qualche scenario.

BrownGP: Che stiano davvero finendo i soldi? Oppure la BrownGP ha ormai espresso il suo potenziale e deve gestire le rimanenti gare? La scuderia introdurra’ comunque alcune modifiche nella prossima gara, vedremo. E poi la strategia delle tre soste non si e’ rivelata affatto vincente. Che Ross il mago stia perdendo qualche colpo? Per ora la scuderia e’ retrocessa a seconda forza in campo, ma il vantaggio in classifica e’ ancora abbondante, anche se Vettel ha scavalcato Barrichello.

RedBull: Come previsto, dominio totale della scuderia anglo-austriaca. Velocita’ fotonica, piloti concreti e affidabilita’ totale = nuova doppietta, questa volta a parti invertite, con Mark Webber che vince il suo primo Gran Premio e che, dall’abitacolo, urla  per la gioia come uno Yeti dopo aver tagliato il traguardo. E questo nonostante la penalita’ inflittagli per aver colpito Rubens Barrichello (non si fa…) al via. Congratulazioni e ad maiora!

Ferrari: Massa ha fatto una gara davvero soprendente, e ha intepretato molto bene le varie situazioni che si sono create in corsa, cosa che gli ha consentito si salire addirittura sul podio. Nella parte centrale della gara, ha perfino dimostrato di poter andare forte come le Redbull e le BrownGP, il che, tutto sommato, gratifica anche il lavoro dei tecnici. Non si puo’ dire lo stesso di Raikkonen, che e’ sempre stato dietro, guidando in modo sufficiente ma mai entusiasmante, salvo poi spararsi in un piede, andando incomprensibilmente a centrare la Force India di Sutil nel tentativo maldestro di superarlo, nel momento in cui questi rientrava in pista dopo il suo primo pit stop. E, per chiudere, al giro 33 si e’ anche ritirato per un problema al motore. D’altronde, e’ ormai certo che il finalndese dovra’ lasciare Maranello, a costo di pagargli la penale, visto l’arrivo di Fernando Alonso. Per Massa la questione e’ ancora aperta, ma mi aspetto anche la partenza del brasiliano, sostituito forse da Heidfeld.

McLaren: E’ migliorata, forse anche un bel po’, ma raccoglie quanto seminato finora. Con Hamilton che rompe qualcosa alla prima curva (forse una sospensione) e gira per tutta la gara su tempi da GP2. Al punto che, con la  scusa di preservare motore e cambio per la prossima gara, chiede di poter andare anticipatamente sotto la doccia. Permesso negato dalla scuderia, che lo lascia in pista a girare; cosa piu’ che giusta, vista l’impossibilita’, come da regolamento, di effettuare test privati.

Force India: Migliora la McLaren e migliora di riflesso la scuderia indiana, che riceve motore e retrotreno dalla Mercedes. Non c’e’ merito qui, solo un riflesso incondizionato. Spiace comunque per Sutil, che poteva portare a casa un gran risultato, ma e’ stato spedito ai box con il musetto rotto da Raikkonen. Che conferma, dopo Montecarlo dello scorso anno, di essere la bestia nera del pilota tedesco.

Renault: La macchina e’ migliorata, su questo non si discute. Piquet, nonostante la buona qualifica e lo spauracchio di essere mandato a casa, fa la solita gara mediocre. Ma anche Alonso, con tutto il suo buon piazzamento, per la prima volta in questa stagione e’ sembrato distratto, almeno per i primi due terzi di gara, finche’ non ha deciso di andare a cannone e realizzare il giro piu’ veloce alla 49a tornata. Che stia gia’ pensando al volante rosso che stringera’ l’anno prossimo?

Toyota: in ombra, con Trulli pure sfortunato alla partenza. Indubbiamente l’evoluzione dall’inizio del campionato e’ stata davvero negativa.

Williams: il giapponese conferma le sue doti di brocco, ma Rosberg e’ veramente un fenomeno! Parte da casa sua (quindicesimo) e arriva quarto, cosa chiedere di piu’, visto il potenziale attuale della scuderia? Peccato che, almeno al momento, abbia come uniche prospettive la McLaren e la BMW. Che, blasone (e stipendio) a parte, non promettono un futuro radioso.

BMW: peggiorano a ogni gara, con una costanza quasi impressionante. Dove arriveranno di questo passo?

ToroRosso: Eh vabbe’… so’ ragazzi. Comunque un buon risultato lo portano finalmente a casa: licenziano Bourdais!

Bridgestone: ma che palle! E dure, e morbide, e vanno forte e vanno piano, e si scaldano, anzi no non si scaldano! E chi va bene con le dure e chi va bene con le altre, e l’asfalto non e’ gommato, e si degradano troppo presto, macche’, troppo tardi! Ma si puo’ lasciare che l’esito di un mondiale sia determinato dal fornitore delle gomme??

Michael Schumacher: complimenti, parla italiano!

Commento gara precedente: Gran Premio di Gran Bretagna

Advertisements

12 luglio 2009 - Posted by | Bestialita' | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 commenti »

  1. …uff! anche questa volta non ho potuto vedere il GP, e anche questa volta buona gara del “NOSTRO” Felipe… sarò mica io che porto sfiga???_ste

    Commento di Ste | 13 luglio 2009 | Rispondi

    • Facciamo cosi’ Ste: non guardare nemmeno il prossimo, se la Ferrari va ancora bene, allora sei proprio tu! 😀

      Commento di tuttoqua | 13 luglio 2009 | Rispondi

      • D’oh! non ce la posso fare… ed io che speravo fosse Schumi, invece domenica c’era al muretto… 😛

        Commento di Ste | 13 luglio 2009 | Rispondi

  2. Altroche’ se c’era, e s’e’ messo pure a parlare italiano!

    Commento di tuttoqua | 13 luglio 2009 | Rispondi

  3. […] Commento gara precedente: Gran Premio di Germania […]

    Pingback di Post-gara Gran Premio di Ungheria « Tutto Qua? | 26 luglio 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: