TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Aggiornamento incidente aereo Caspian Airlines – 7908

Disponiamo di qualche informazione in piu’ sull’incidente del 15 Luglio occorso a un Tupolev 154M della compagnia Caspian Airlines, di cui abbiamo gia’ parlato qui.

Gli unici dati disponibili relativi alla situazione in volo ci dicono che l’aeromobile si trovava a 34.000 piedi, tre minuti prima del crash, quando, improvvisamente, ha virato per 270 e, quasi contestualmente, ha effettuato una picchiata di 20.000 piedi (da 34.000 a 14.000) in circa 90 secondi. A conti fatti, parliamo di una media di oltre 13.000 piedi al minuto, un rateo di discesa superiore di quattro volte a quello di una discesa normale e controllata. Con una picchiata del genere, la resistenza strutturale e la pressurizzazione di un aeromobile, soprattutto se datato come quello in questione, e’ messa seriamente a rischio. L’ATC, osservando sul radar la situazione, ha tantato piu’ volte, e senza successo, di contattare l’equipaggio via radio, e ha chiesto anche a due voli che passavano in zona di fare lo stesso, o di tentare di avvistare il Tupolev 154M. Subito dopo, il nulla e lo schianto, che ha provocato un cratere di 10 metri, visibile nella foto qui sotto (cliccabile e ingrandibile).

Tup154MCaspian-hole

Questo e’ tutto, quindi fare ipotesi in queste condizioni e’ praticamente impossibile. Parlando dell’aereo pero’, il primo fatto certo e’ che avesse ben 22 anni di eta’. Infatti, fu consegnato il 20 Aprile 1987 alla Bakhtar Afghan, la compagnia regionale che appartiene al vettore Ariana Afghan. Successivamente, nel 1998, e’ stato dato in leasing alla Caspian Airlines. Quindi, un aereo ormai anziano, e gestito e manutenzionato da compagnie (soprattutto quella afghana) del cui modus operandi non si sa molto.

D’altro canto, possiamo provare a paragonare il Tupolev 154 ad un aeromobile “occidentale”, simile per caratteristiche, ruolo ed eta’ tecnologica: il Boeing 727. Analizzando rapidamente le statistiche, possiamo osservare che di Tupolev 154 ne sono andati persi 54 in altrettanti incidenti gravi, con una perdita complessiva di 2638 vite umane, mentre il piu’ blasonato aereo americano di morti ne ha fatti 3704 in ben 90 incidenti. Come a dire che, a dispetto della provenienza del progetto (che poi i russi le cose le sanno fare altrettanto bene) e delle compagnie aeree che utilizzano questi velivoli (occidentiali Vs orientali), cose che potrebbero indurre a ragionare secondo stereotipi, il Tupolev 154 ha “funzionato” meglio del sette-due-sette. A sfavore del quale, pero’, ci sono 5 anni di vita in piu’ (1963 Vs 1968). In base alle statistiche, l’aereo russo vince anche quando si calcola il rateo di sopravvivenza dei passeggeri in caso di incidente fatale: 27,8% contro il 15,5% dell’aereo americano. Una bella differenza, che mi dice che se volo in un Tupolev 154, e si verifica un incidente, ho quasi una possibilita’ su tre di cavarmela.

Nient’altro da dire, aspettiamo ulteriori sviluppi.

20 luglio 2009 - Posted by | Aziende e dipendenti, Cose tecniche, incidenti aerei, Pericoli vari e disservizi | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: