TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Qualifiche Gran Premio di F1 di Ungheria: incidente a Massa!

Oggi, sabato 25 Luglio 2009, durante le qualifiche ufficiali valide per il Gran Premio di F1 che si svolgera’ domani a Budapest, sul circuito dell’Hungaroring, il pilota della Ferrari Felipe Massa e’ stato protagonista e vittima di uno strano incidente. Nella fase Q2, quando si lotta per qualificarsi tra i primi 10 che poi si giocheranno l’ordine di partenza nella fase Q3, il pilota era impegnato in un giro veloce, quando ha improvvisamente scartato a sinistra, tagliando la successiva curva e finendo contro le barriere di pneumatici a 190 Km/h! Nonostante i suoi tentativi, visibili dal cameracar (vedi video di seguito), di scalare e frenare, l’impatto e’ stato piuttosto violento, e perpendicolare alle barriere. Chi osservava ha avuto subito motivi validi per preoccuparsi, visto che Massa non e’ uscito da solo dall’abitacolo e non ha nemmeno mosso la testa. I soccorsi sono stati rapidi, il pilota e’ stato estratto, caricato su un’ambulanza e portato immediatamente al centro medico del circuito. Da qui poi, dopo circa 20 minuti, e’ stato trasferito in elicottero presso l’ospedale di Budapest.

Inizialmente si e’ pensato ad un guasto meccanico, fino a scoprire, osservando attentamente le immagini televisive, che il brasiliano, in realta’, e’ stato colpito violentemente al capo da un detrito giunto dalla pista. Detrito che, poi, ha rivelato essere una molla di una sospensione persa dalla vettura di Rubens Barrichello (suo connazionale) che lo precedeva a bordo della sua BrownGP. Nella foto sotto (non ingrandibile), si vede piuttosto bene la molla sopraggiungere in direzione del casco del pilota.

Massa Molla

La molla ha preso in pieno il lato sinistro del casco, rompendo l’attacco della visiera e causando danni consistenti al casco stesso. In quel momento la monoposto procedeva a circa 280 Km/h, a cui, se sommiamo la velocita’ della molla e la massa della vettura, desumiamo che l’energia liberatasi nell’urto dev’essere stata enorme.

Infatti il povero Felipe ha, evidentemente, perso l’orientamento per un attimo, ha mollato l’accelleratore e non ha piu’ controllato la direzione dell’auto, cosa che ha causato l’escursione verso la via di fuga. Prima dell’impatto pero’, ha comunque recuperato un po’ di lucidita’ e ha provato a fare qualcosa. E per fortuna, altrimenti l’urto con le gomme sarebbe stato ancora piu’ violento e, magari, i danni ben piu’ gravi.

Una volta tirato fuori, questo e’ cio’ che si e’ presentato agli occhi dei soccorritori (non ingrandibile):

HUNGARY FORMULA ONE

Si vede un Massa sotto shock, l’occhio sinistro tumefatto, la visiera divelta e il casco addirittura scavato, in alto a destra. Per fortuna che poi, dopo una mezz’ora, i bollettini medici hanno rassicurato tutti, riportando che il pilota era cosciente e che, tutto sommato, stava bene. La conferma arriva da quest’altra foto, che ritrae il brasiliano in barella mentre cerca di tastarsi l’occhio ammaccato (non ingrandibile):

MOTOR-RACING-PRIX/

Felipe domani non sara’ in pista, a lui gli auguri di prontissima guarigione: noi tutti lo aspettiamo tonico, pimpante e ottimista gia’ al prossimo gran premio. Domani, per i colori di Maranello, correra’ solo Kimi Raikkonen.

Qui sotto abbiamo anche il video del fattaccio (in tedesco per il momento):

Cosa dire? Incidente davvero anomalo, c’era forse una possibilita’ su un miliardo che accadesse una cosa del genere. Incidente che, pero’, si verifica a solo una settimana di distanza da quello che, in GP2 domenica scorsa, ha ucciso sul colpo il giovane Henry Surtees (figlio del grande John), colpito alla testa da uno pneumatico vagante perso da un’altra vettura che lo precedeva e che era andata a sbattere.

A Massa, per fortuna, e’ andata molto meglio, pero’ ci si domanda come mai, a fronte di ricerche e investimenti volti a rendere le cellule sicurissime (notare come la Ferrari F60 sia uscita perfettamente integra dal crash), non si cerchino anche soluzioni per evitare rischi del genere. Come e’ possibile che si stacchi una molla di una sospensione? E come e’ possibile che la stessa molla trovi la via per uscirsene dal cofano motore e finire sparata all’indietro?

Le polemiche sono appena iniziate, e non finiranno qui.

AGGIORNAMENTO ORE 19:42: pare che Massa abbia riportato una ferita profonda all’arcata e, cosa piu’ seria, una lesione al cranio. Pare che sara’ necessario un intervento chirugico per rimettere le cose a posto.

AGGIORNAMENTO ORE 21:18: L’intervento chirurgico, necessario a ridurre la frattura, e’ stato gia’ eseguito con successo. Per lo sfortunatissimo pilota brasiliano, a questo punto, si prevede un periodo di inattivita’ di circa due, se non tre mesi. Alla Ferrari non resta ora che decidere a chi affidare il volante dal prossimo Gran Premio in poi. In casa ci sono i collaudatori Luca Badoer e Marc Gene, che sarebbero una scelta logica, vista l’approfondita conoscenza della monoposto e l’affiatamento con la squadra, ma non e’ detto che a Maranello non decidano di pescare dal mercato. Si vedra’.

Advertisements

25 luglio 2009 - Posted by | Cose tecniche, Pericoli vari e disservizi | , , , , , , , , ,

11 commenti »

  1. […] Gran Premio di Ungheria Gara funestata ieri dall’incidente di Felipe Massa, di cui abbiamo parlato ieri. Il circuito Hungaroring e’ una pista anomala, forse piu’ vicina alle caratteristiche […]

    Pingback di Post-gara Gran Premio di Ungheria « Tutto Qua? | 26 luglio 2009 | Rispondi

  2. Incredibile incidente!!! a parte il fatto che già dal primo replay mi ero accorto che aveva urtato qualcosa, mentre ai 2 cronisti Rai hanno dovuto comunicarglielo dalla regia (mettetemi al loro postoooooo!!!!) la dinamica è stata veramente sfortunata per il povero Felipe!!! e direi che quando ha urtato le barriere era ancora sotto shock, il tentativo di frenata secondo me non c’è stato, si vede infatti dalla grafica che preme contemporaneamente gas e freno, sintomo del rilassamento delle gambe che premono sui rispettivi pedali (ricordo che in F.1 ogni piede è su un pedale)… comunque il buon Felipe deve ringraziare l’HANS, che gli ha salvato la vita! In bocca al lupo!!!
    P.S. l’ipotesi Schumacher per la guida della rossa è molto allettante… ci hai pensato?

    Commento di Ste | 27 luglio 2009 | Rispondi

    • Interessante la questione della pressione contemporanea sui due pedali, davvero interessante.

      All’ipotesi Schumy c’ho pensato eccome, sarebbe bellissimo rivederlo in pista. Ma, se poi va piu’ veloce di Massa e Raikkonen, in Ferrari che fanno? 😉

      Commento di tuttoqua | 27 luglio 2009 | Rispondi

      • La pressione contemporanea è una mia ipotesi, non l’ho sentita da nessuna parte, ma mi allaccio ad un discorso sentito qualche tempo fa, spiegavano la pericolosità di addormentarsi al volante dovuta anche al fatto che quando ci si addormenta ci si “appoggia” al pedale dell’acceleratore… direi che la dinamica è la stessa! 😉

        Hehe, Schumi sarebbe SICURAMENTE più veloce dei 2… anche perchè sono assolutamente convinto che in casa abbia sia un casco con i colori di Genè che uno con i colori di Badoer… 😉 quindi è ancora allenato eccome!

        Commento di Ste | 27 luglio 2009 | Rispondi

  3. AHAHAHAH! Quella dei caschi e’ ottima!

    Commento di tuttoqua | 27 luglio 2009 | Rispondi

  4. Solo il pensiero di rivedere il Re in quella macchina mi fa l’effetto di un’extasy…
    Purtroppo non succederà: primo, perchè andrebbe più forte e la Ferrari dovrebbe spiegare perchè ha vinto il titolo 2007 all’ultima gara quando con lui avremmo festeggiato a Monza, ma peggio ancora perchè ha perso quello 2008 all’ultima gara quando con lui avremmo festeggiato sempre a Monza; secondo, quando uno sportivo si ritira dopo una carriera come la sua ed una gara come Brasile 2006, può solo fare peggio, ed il Re, questo, lo sa.
    Però con quell’uomo non si può mai dire…
    Ehm… Paulìn, mi passi una cosa da saccente Sapientino?
    La velocità della molla non va sommata ma sottratta, visto che anche le F1 rispondono alle leggi della fisica e che Barrichello non l’ha persa viaggiando contromano…
    Scusa scusa scusa scusa, non lo faccio più.
    Amici?
    Dottordivago

    Commento di ilpandadevemorire | 27 luglio 2009 | Rispondi

    • Doc, puo’ darsi che tu abbia ragione sulla molla, pero’ io ho avuto l’impressione che questa abbia rimbalzato all’indietro prima di colpire Massa, acquisendo una certa velocita’ all’indietro. Comunque, per dirimire la questione, potremmo eliminare la molla e tenere solo la monoposto, visto che velocita’ e massa (con la m minuscola) di quest’ultima era comunque enormemente superiore 😉

      Commento di tuttoqua | 27 luglio 2009 | Rispondi

  5. […] Massa: che botta! Abbiamo gia’ parlato dell’incredibile incidente di cui il pilota brasiliano della Ferrari e’ stato vittima sabato scorso, durante le […]

    Pingback di Felipe Massa: che botta! « Tutto Qua? | 27 luglio 2009 | Rispondi

  6. …sembra che Felipone stia bene, unico dubbio la completa funzionalità del nervo ottico… ma secondo voi tornerà a correre, anche se fisicamente a posto?

    Commento di Ste | 28 luglio 2009 | Rispondi

  7. Ma siamo sicuri che Felipe stia bene? Sembra che la carriera sia finita

    Commento di PaoloT | 28 luglio 2009 | Rispondi

  8. Schumi c’è!!!!

    Schumi c’è!!!!

    Schumi c’è!!!!

    The King is back…

    Commento di Ste | 30 luglio 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: