TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Post-gara Gran Premio del Belgio

Riesce difficili restare imparziali e distaccati di fronte alla prima vittoria Ferrari in questo Mondiale. E, ancora di piu’, riesce impossibile non rimarcare la straordinaria prestazione di Giancarlo Fisichella alla guida della sua Force India. Se uno avesse gli occhi foderati di prosciutto, direbbe che il risultato del pilota romano sia sostanzialmente dovuto ai progressi fatti dalla scuderia. Puo’ essere, ma Sutil che, bene o male, aveva sempre veleggiato sui tempi del compagno, oggi e’ arrivato 11-esimo a 41 secondi dal compagno. Il mio punto di vista e’ diverso: oggi Giancarlo, alla guida di una monoposto indubbiamente performante, e’ riuscito a dare il 150% per mandare un messaggio a Maranello. E c’e’ riuscito nel miglior modo possibile, arrivando secondo e dimostrando di poter tenere il passo di Raikkonen. Certo e’ che se avesse preso la Ferrari del finlandese, avrebbe probabilmente perso quella di Massa. A buon intenditor…

Per onorare la vittoria in Belgio, dunque, iniziamo proprio da

Ferrari: Raikkonen ama molto questa pista, e ce l’ha fatto vedere senza mezzi termini. Una partenza mostruosa, nonostante una BrownGP piazzata davanti e una prima curva percorsa sul retro della casa di un contadino che abita poco fuori Spa. Sorpasso perfetto a Fisichella, e poi gara durissima fino all’ultimo metro, senza alcuna possibilita’ di compiere il minimo errore (con Fisichella piazzato negli scarichi a 8 decimi di secondo). Una gara perfetta dunque, sostenuta dalla macchina che, finalmente, va forte, e dal team che non sbaglia ai pit-stop. Tutti bravi, speriamo si possa continuare su questa strada. Il rovescio della medaglia, come avevamo ampiamente anticipato su questo Blog, e’ stato Luca Badoer. Ultimo, con tempi sul giro peggiori di circa due secondi rispetto ai primi, e di piu’ di un secondo superiori al penultimo. Non possiamo fare altro che salutarlo e attendere martedi, quando la Ferrari ci dira’ il nome del suo sostituto. Fisichella ha ora qualche credito in piu’ da spendere, ma si dice che potrebbe addirittura arrivare Alonso e prendersi la macchina che, l’anno prossimo, sara’ sua per contratto.

Force India: per me resta sempre un fusto di birra montato su motore e retrotreno mercedes. Su una pista cosi’ tecnica e veloce (con poche frenate toste), e’ accettabile che l’auto si sia comportata cosi’ bene. Pero’, ripeto, oggi la differenza l’ha fatta Fisichella. Monza (tra 15 giorni) e’ un’altra pista veloce, forse la piu’ veloce di tutte, vedremo se sapranno confermarsi. Se Fisico dovesse passare in Ferrari, ci sara’ da dubitarne.

McLaren: qualifiche brutte, sudden death per Hamilton e Kovalainen, come al solito, in mezzo al gruppo. Battuta d’arresto che favorisce ancora di piu’ la Ferrari nella sua corsa verso il terzo posto iridato.

RedBull: la settimana scorsa avevo predetto che sarebbero tornati al vertice, su una pista cosi’, dove le doti aerodinamiche potevano fare la differenza. Non e’ andata in questo modo, anche se non capisco perche’. Puo’ darsi che abbiano completamente toppato la strategia delle gomme, visto che Vettel ha percorso i primi due stint di gara con le dure e poi, solo quando ha montato le morbide (a 9 giri dalla fine!), ha staccato tempi mostruosi, anche di un secondo migliori di Raikkonen e Fisichella.

BrownGP: stessa sorte di Hamilton per Button, Barrichello arriva settimo, percorrendo gli ultimi due giri col motore fumante (un Mercedes che si rompe, roba da prima pagina…). Ruba solo 2 punti al compagno di squadra, il che non sposta di un millimetro la situazione della classifica piloti. In ogni caso, la macchina non mi e’ sembrata particolarmente veloce.

BWM: mi sembravano a posto, forse per la prima volta quest’anno, e Kubica mi dava l’idea di poter finire sul podio. Poi, visto il ritrovato smalto di Vettel, si e’ ritrovato quarto. Sospetto, comunque, anche qualche errore di strategia. Notevolissimo il sorpasso all’esterno di Heidfeld su Webber, che ha scosso cosi’ profondamente l’australiano, che questo si e’ lasciato superare facilmente anche da Barrichello qualche secondo dopo, prima di riuscire a scuotersi e a reagire. Ogni tanto, in questa Formula 1 moderna, si vedono ancora cosa pregevoli. Complimenti Nick!

Toyota: Trulli parte maluccio e poi fa a botte con qualcun altro, scassando il musetto. Piu’ tardi fine dei giochi a causa, probabilmente, di un danno piu’ esteso. Peccato, perche’ oggi si poteva fare molto bene. Glock e’ arrivato decimo e partiva settimo.

ToroRosso/Williams: Non pervenute, pero soffro nel vedere un talento come Rosberg li’ dietro a sudare quattro camicie.

Renault: il ragazzino francese si schianta alla prima curva, insieme all’altro ragazzino della ToroRosso (Spa non e’ pista per dilettanti!) e Alonso combatte nelle retrovie fino al primo e unico pit-stop, che dura 30 secondi, a causa di un copricerchio (anteriore sinistro) bloccato. Rivedendo le immagini della partenza, si vede che lo spagnolo viene colpito da una Toyota (?), che gli deforma il suddetto. Qualche giro dopo viene richiamato definitivamente ai box, per evitare il rischio che la ruota si staccasse e si ripetesse il fattaccio dell’Ungheria. Caro Fernando, alma de mi vida, piloton de mi corazon, ma perche’ chiudere l’anno in Renault, quando puoi saltare subito dentro una Rossa che piu’ Rossa non si puo’?

Bernie Ecclestone: ma quanto sei patetico. Fisichella non te lo sei filato per 15 anni, ma siccome ieri aveva fatto la pole con la Force India, oggi, prima della gara, non hai fatto altro che farti fotografare con lui mentre gli tiravi delle gran pacche sulle spalle. Ma vattene, va!

Bridgestone: grazie alle vostre meravigliose coperture, c’e’ chi in Formula 1 sta iniziando a portare gli esorcisti ai box. Esempio: nei primi due stint, Raikkonen aveva usato una morbida e una dura, mentre Fisichella aveva usato due morbide. Ergo, nell’ultima frazione, Raikkonen doveva, sulla carta, poter trarre un grosso vantaggio dal poter usare le morbide mentre il romano, per regolamento, doveva per forza montare le dure. Non mi pare sia andata cosi’…

Commento gara precedente: Gran Premio d’Europa.

Annunci

30 agosto 2009 - Posted by | Aziende e dipendenti, Cose da ricordare | , , , , , , , , , , , ,

2 commenti »

  1. Wow, che GP!!! le “vecchie” piste non tradiscono mai… ridateci Imola e il vecchio Hockenheim, PREGO!!!
    Comunque, complimenti a Fisico, l’ho sempre considerato un “fermo” ma ieri ha dimostrato di avere il pelo, e anche la testa!!!come dici tu, se avesse tolto alla Ferrari l’unica (per ora!) vittoria di stagione le sue chances di salire sulla Rossa a monza sarebbero calate drasticamente… 🙂
    Badoer: come volevasi dimostrare… scandalosa la sua percorrenza curva a Puhon, si è fatto passare all’esterno (!) anche da Glock… e per fortuna che Alguersuari si è stampato a Les Combes, altrimenti lo avrebbe umiliato anche lui!
    Alonso: sfortunatissimo, ma dimostra di avere comunque un gran manico!!! girava sui tempi dei migliori con serbatoio pienissimo… speriamo di vederlo presto in rosso!!!

    Commento di Ste | 31 agosto 2009 | Rispondi

  2. […] Commento gara precedente: Gran Premio del Belgio […]

    Pingback di Post-gara Gran Premio d’Italia « Tutto Qua? | 13 settembre 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: