TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Volo NW253 – Umar Faruk Abdulmutallab

Il 25 Dicembre, un nigeriano di 28 anni di nome Umar Farul Abdulmutallab stava per fare un bellissimo regalo di Natale ai 273 passeggeri del volo Northwest Airlines 253, in rotta da Amsterdam a Detroit. Qui il video della CNN:

Pare che costui, a pochi minuti dall’atterraggio, abbia fatto detonare un ordigno esplosivo che portava, udite udite, legato alla gamba con del nastro adesivo! Non sono ancora riuscito a capire il motivo per cui il botto abbia, per fortuna, prodotto pochi danni. E’ possibile che un passeggero, accortosi del pericolo, abbia in qualche modo bloccato il pazzo, evitando che questi portasse a termine la macabra missione. Oppure, piu’ banalmente, il dispositivo era costruito male e non ha funzionato fino in fondo. In un caso o nell’altro, quelle 273 persone sono riuscite a portare a casa la pelle, ma a causa ancora una volta dell’inefficienza della macchina di sicurezza internazionale, soprattutto in materia di trasporti aerei, il rischio di avere una nuova tragedia a 8 anni di distanza dal “9/11” e’ stato molto alto.

E’ incredibile come ormai negli aeroporti (e in alcuni paesi anche fuori degli aeroporti) i viaggiatori siano costretti a subire ogni sorta di maltrattamento e di invasione della privacy: code interminabili, controlli fisici, verifiche del contenuto delle borse personali, controlli a campione su laptop, scarpe, cinture, borselli da bagno e tutto il resto hanno veramente reso il viaggio in aereo non degno di essere vissuto. Il passeggero, come me e voi, tutto questo lo sopporta alla bene e meglio, nella speranza che tanto stress serva ad evitare situazioni come quella di cui stiamo parlando.

Ma quando pero’, un terrorista nigeriano che ha dichiarato di essere affiliato ad Al Qaeda, che pare fosse gia’ sotto controllo da ben due anni da parte dell’Amministrazione americana proprio perche’ un soggetto potenzialmente pericoloso, riesce ad imbarcarsi anche senza passaporto perche’ in compagnia di un indiano apparentemente facoltoso e influente (‘sti cazzo d’indiani fanno sempre e solo guai!) e a portarsi dietro una bomba, allora tutto lo sforzo viene vanificato, e a noi passeggeri cascano letteralmente le palle al suolo e si sfracellano miseramente. Ma scusate, ma se era sotto osservazione da parte dell’FBI, non doveva nemmeno salire su un aereo americano!! E se proprio lo volete far salire, almeno fategli una perquisizione corporale, cosi’ la bomba salta fuori, no?!? E poi, cosa sarebbe questa storia dell’indiano che convince gli ufficiali a far imbarcare questo assassino anche senza passaporto.

E’ chiaro che la storia va verificata e vanno ascoltate tutte le campane, ma se devo giudicare dai racconti dei media e dalle prime indiscrezioni, allora la cosa assume contorni che vanno dal grigio scuro al nero pece.

Ma come, ci costringono ad arrivare in aeroporto ore prima, ci mettono in fila e ci tengono li’ come bovini condotti al macello, ci privano dei nostri effetti personali (la storia dei 100 ml di liquidi e’ ridicola, soprattutto perche’ introdotta a seguito di una notizia bufala e mai rimossa!), ci fanno togliere le scarpe (e se uno hai i piedi che puzzano?e se uno ha il calzino bucato??), ci fanno togliere la cintura dei pantaloni (che serve a reggerli, i pantaloni!), insomma ci trattano come merde…e  poi???

E poi il sospettato… il terrorista… l’al qaediano, lo straccione, quello con l’amico indiano (gia’ questo doveva far scattare i sospetti!) prende l’aereo e detona liberamente, cosi’ tra un rutto e un peto del ricco compagno di viaggio???

E poi che fanno? Inaspriscono ancora di piu’ i controlli?? Ora, ad esempio, ben un’ora prima dell’atterraggio sara’ obbligatorio restare seduti al proprio posto. Gia’, come se lo stronzone di cui sopra l’ordigno l’avesse detonato stando in piedi! Era seduto no, imbecilli e strapagati addetti alla insicurezza dei cieli che non siete altro!! “Certo, state pure seduti, che se c’avete una bomba nei calzini state anche piu’ comodi e la raggiungete meglio!”.

Ma che deficienti! C’e’ da essere fortemente preoccupati. Per fortuna che poi il buon Nello ci tira su il morale pur restando sul tema traporti aerei, ma questa volta indiani. Anche qui la sicurezza ha fatto cilecca di brutto, ma almeno non e’ saltato in aria il cesso e non ha sparso escrementi indiani in giro.

AGGIORNAMENTO 29 DICEMBRE 2009 – ORE 09:34: La bomba non era fissata alla gamba, bensi’ era dentro una mutanda speciale.

Annunci

28 dicembre 2009 Posted by | Bestialita', Cose da ricordare, incidenti aerei, Pericoli vari e disservizi | , , , , , , , , , , , , , , , , | 17 commenti

Buon Natale

Caravaggio – Nativita’ con i Santi Francesco e Lorenzo (clicca per ingrandire)

Ho scelto questo dipinto del Caravaggio perche’ tuttora non si sa che fine abbia fatto. Infatti, nel 1969, due ladri (si dice inviati dalla mafia…) si introdussero nell’Oratorio di San Lorenzo a Palermo, e trafugarono la preziosa tela. Da allora se ne sono perse le tracce; il valore stimato e’ di circa 15 milioni di Euro!

Tanti Auguri a tutti di un Sereno Natale e un 2010 ricco di successi!

 

23 dicembre 2009 Posted by | Cose da ricordare | | 11 commenti

Questo Blog non e’ un albergo

Ogni tanto spunta da queste parti qualche sedicente sostenitore dell’India che mi fa girare un po’ i maroni. Un po’ parecchio, devo dire.

Nota bene: io non sono contro i sostenitori dell’India che mostrano di avere le loro ragioni, anzi li accolgo e li rispetto. Ma siccome sono contro l’India, e penso che ormai questo l’abbiano compreso anche le incudini, sono anche contro coloro che vogliono difendere l’India a spada tratta, pur mostrando chiaramente di appartenere ad almeno una delle seguenti categorie:

A- Non sanno un cazzo dell’India;
B- Sanno dell’India le stesse cose che sa Rampini;
C- Sanno dell’India molto, magari moltissimo, ma ci sono andati come turisti oppure a farsi le canne nella giungla;
D- La A, la B e la C a piacere ma decidono comunque di accanirsi contro di me;
E- Sono indiani

Ieri uno di costoro si e’ presentato qui, e ha scagazzato qui e li’ svariatissimi commenti che lasciano veramente il tempo che trovano, scritti in un italiano da far rivoltare le budella a un cinese. Chissa’, magari e’ indiano. Se fosse cosi’ sarebbe un peccato, che’ delle cinque categorie, con un po’ d’impegno, la E e’ proprio quella che potrei cercare di tollerare, sia perche’ in fin dei conti sparlo della loro patria e sia perche’ loro qualcosa da dire dovrebbero avercela sul serio.

Purtroppo pero’ alla fine costui l’ho dovuto marcare come spam, perche’ effettivamente il suo comportamento era tale. Non solo ha lasciato commenti sui POST relativi all’India senza dirmi niente di sensato e di oggettivo, ma si e’ attaccato anche ad altre cose buttandola sempre e comunque sul tema dell’orgoglio nazionale impacchettato nel “non so di cosa parlo ma voglio parlare comunque”. Parlavo di Trenitalia? “Ah… la vostra Trenitalia… le Ferrovie Indiane si’ che sono buone, hanno chiuso l’anno in attivo”. Parlavo di auto? “Ah… dici che le macchine indiane prendono fuoco (nrd: la Toyota Innova e’ giapponese per la cronaca), allora vedi quante auto tedesche sono bruciate di recente (ndr: ?)”.

Insomma, un vero rompicoglioni.

Ora, prendete questo POST un po’ come volete, io lo definisco un POST di servizio. Per dire, qualora ce ne fosse ancora bisogno che:

1- Questo blog e’ mio e ci scrivo quello che mi pare;
2- Chi viene a leggere e’ sempre un gradito ospite, a condizione che non rompa le palle a titolo gratuito, ma che almeno di sforzi di portare qualcosa di costruttivo. O che almeno mi faccia ridere, toh!
3- Se qualcuno ha qualcosa da contestarmi, chiedo che lo si faccia fatti alla mano, la rava e la fava mi hanno stufato gia’ dal 1958. Ah, e le contestazioni sono gradite quando poste in modo educato. Darmi del coglione e dello stronzo 18 volte, magari anche privatamente per email, prima di spiegarmi dove ho sbagliato non e’ bello.

A tale proposito, vorrei dire al signorino di cui sopra, che sicuramente sta leggendo, che e’ perfettamente inutile venire a portare qui l’esempio delle Ferrovie Indiane.

Le Ferrovie Indiane… tse’!

Sappi caro ragazzo che il treno e le ferrovie non ve le siete inventati in India, ma ve li hanno regalati gli inglesi, insieme a quelle altre poche cose che non siano il riso, l’elefante e il TAJ MAHAL (che ve l’ha regalato, per inciso, un imperatore moghul). Insomma, se fosse per voi andreste ancora tutti a dorso di mulo.
Detto questo, cosa pensi di dimostrare dicendo che le Ferrovie Indiane hanno chiuso in attivo? Dimostri solo una cosa, e cioe’ che in India lo sfruttamento del lavoro a basso costo e la totale indifferenza nei confronti della sicurezza e del valore della vita umana sono prossime allo zero. Gia’, perche’ anche il piu’ fallito dei manager saprebbe gestire un’azienda che paga una miseria la maggior parte dei propri dipendenti, li fa lavorare su turni impossibili, tralascia qualsiasi elementare norma di igiene e pulizia, non fa manutenzione, usa la stessa tecnologia di 50 anni fa, fa viaggiare la gente in condizioni pari a quelle di carri bestiame, ecc ecc ecc ecc (e vorrei metterci due milioni di eccetera) , ma dispone sempre e comunque di un bacino di utenza sterminato.
In altre parole: all’azienda il servizio costa un cazzo e i clienti abbondano, anzi sono cosi’ tanti che viaggiano sui tetti e attaccati alle maniglie esterne.

Ma brave le Ferrovie Indiane, brave davvero! Che achievement, come direbbero da quelle parti.

In verita’ la questione e’ molto semplice, almeno per quel che mi riguarda: l’India non solo mi ha fatto del male, e gia’ questo per me e’ sufficiente, ma e’ oggettivamente un paese di merda, e io difficilmente cambiero’ idea in futuro. Quindi in questo blog si parla male dell’India.

Prendere o lasciare.

20 dicembre 2009 Posted by | Cose da ricordare, L'India non puo' farcela! | , , , | 20 commenti

No, tu non sei il centro dell’Universo!

In un video di appena 2 minuti e 34 secondi viene spiegato molto bene il concetto: siamo una miserrima goccia in un oceano di proporzioni non quantificabili. Godetevelo, io lo trovo, a tratti, perfino commovente.

Incredibile! VY Canis Majoris e’ la piu’ grande stella conosciuta, con un diametro di circa 2000 volte quello del nostro Sole! Se l’aereo del video, volando a 900 Km/h, impiegherebbe 1100 anni (!) per volarci intorno, la stessa luce, che viaggia a circa 300.000 Km al secondo, impiegherebbe ben 8 ore per compiere lo stesso tragitto!

Ma la cosa piu’ sconvolgente e’ che si ritiene, per ragioni molto difficili da sintetizzare qui, che una stella possa raggiungere una dimensione massima pari a 2600 volte quella del Sole. Per cui e’ possibile che, da qualche parte nel Cosmo, esistano astri luminosi ancora piu’ immensi di questo qui. Sarei voluto nascere 1000 anni nel futuro solo per trovarmi a bordo di un’astronave al cospetto di un oggetto del genere. Che, probabilmente, e’ la cosa piu’ vicina a Dio che un essere umano possa immaginare. Certo, a debita distanza, perche’ se g = 9,8 m/s2 sulla Terra…

Che meraviglia, queste cose mi fanno tornare bambino, e mi lasciano con la bocca aperta e il naso in su.

15 dicembre 2009 Posted by | Cose da ricordare | , , , , , , , , , , , , , | 13 commenti

Boeing 787 Dreamliner – Primo volo

Domani 15 Dicembre 2009, alle ore 19:00 CET (GMT+1), in diretta dal sito della Boeing potremo assistere al primo volo del bellissimo ed innovativo 787 Dreamliner, un aeromobile che rivoluzionera’ di parecchio il volo commerciale.

Non perdetevi questo evento!

14 dicembre 2009 Posted by | Aziende e dipendenti, Cose da ricordare | | 7 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: