TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Fosforo, ho bisogno di fosforo!

Ci sono due possibilita’: l’India mi ha rincoglionito, oppure l’eta’ avanza e distrugge quei pochi amati neuroni che, una volta, erano abituati a pensare.

Il fatto e’ che gia’ oltre dieci anni fa, quando percorrevo l’autostrada A30 e poi la A1 da Salerno a Roma, sapevo benissimo che la domenica sera era sempre un momento a rischio. Dovuto, di solito, a quei dodici miliardi di napoletani e di interland-napoletani che passano la settimana a Roma (non si sa bene a fare cosa) e il venerdi sera rientrano nell’amato luogo natio. Il problema e’ che, appunto, a Roma ci devono anche tornare entro il lunedi mattina. Una buona frazione di costoro lo fanno la domenica sera, tra le 18:00 e le 22:00. Tutti insieme, appassionatamente, ogni santa domenica, tranne le due settimane centrali di Agosto.

Di cosa mi sono scordato ieri? Di due cose sostanzialmente: la prima e’ che era domenica sera (dopo oltre dieci anni in cui il traffico e’ sicuramente aumentato in modo esponenziale), e la seconda e’ che era una domenica sera da esodo per rientro dalle ferie natalizie.

Se me lo fossi ricordato, quando i nostri cari amici indonapoletani ci hanno proposto di passare un paio di giorni a Roma e di recarvicisivicisivicisi proprio di domenica sera, avrei risposto all’indonapoletano maschio (perche’ signori si nasce e modestamente io lo nacqui) con un bel TIE’, vacci tu e soreta, che in antico aramaico significa mio caro amico fraterno e imperituro, hai forse le allucinazioni da susumiello? (Nello/Mimmo, traducete).

Ovviamente non c’ho pensato, ed eccomi qua a raccontarvi l’esodo. In realta’ il problema si e’ manifestato solo in seguito, perche’, in virtu’ di un ruolino di marcia che prevedeva una deviazione molisana per ragioni visito-trasloc-manducatorie (ve la spiego un’alta volta questa), la mattina abbiamo viaggiato molto bene. Che ci fosse pero’ qualcosa che non andava, avrei gia’ dovuto capirlo dallo spirito che animava questa risma di deficienti:

(cliccabile e ingrandibile: 1600×1200)

Questi che vedete qui sopra si sono fermati tutti insieme in riga (mentre si aspettavano l’uno con l’altro), nel centro perfetto dell’area di servizio, bloccando praticamente tutti quelli che stavano dietro. Ovviamente quando si sono spenti i semafori sono partiti a raffica. Il secondo fatto che doveva insospettirmi e’ che Mimmuzzo e’ stato capace di fare un miliardo e mezzo di sterline di danni alla carrozzeria senza nemmeno girare la chiave nel quadro. Mimmu’, lo so che e’ stato quello dietro, pero’ pur’ tu… che ti vai a parcheggiare proprio davanti a un coglione. E sceglili meglio i tuoi compagni di parcheggio, no?!

Tornando a noi, dopo la visita trasloc-manducatoria, ci siamo rimessi in direzione della A1, in cui siamo penetrati a spada tratta a San Vittore.

E porca di quella… coda!

Che facciamo? Il tabellone elettronico di Autostrade per l’Inferno Spa dice “rallentamenti fino a Frosinone”. A Frosinone??? E che cacchio c’e’ a Frosinone che vanno tutti proprio a Frosinone e poi si libera l’autostrada?? Dopo un breve consulto con l’indonapoletano, in cui concordiamo che a Frosinone non c’e’ un cazzo, decidiamo di uscire di nuovo dall’autostrada a Pontecorvo Castrocielo e di farci la Casilina. Che non e’ una disponibile figliola che batte le strade della Ciociaria, me e’ una Strada Consolare. Che non significa che serve a consolare chi e’ stato in coda… ahhhhhh vabbe’, ma allora non sapete un cazzo!

Curva dopo curva, incrocio (pericoloso) dopo incrocio (pericoloso), semaforo dopo semaforo, passiamo tutte le uscite canoniche: Ceprano, Frosinone, Anagni Fiuggi e Colleferro, fino a giungere a Valmontone, dove rientriamo e ci spariamo gli ultimi 80 Km nel buio della sera e coi maroni schiacciati tra il sedile e l’incazzatura con Autostrade per la Minchia Spa.

Perche’ l’incazzatura? Per la semplice ragione che questi, pur di non spingere la gente a lasciare l’autostrada (tutti pedaggi persi), ci prendono per il culo. La storia funziona cosi’: devi andare da Napoli a Roma? Non ti scrivono qualcosa tipo: “guarda che qua e’ tutto bloccato e se non desisti sono cazzi tuoi!”. No, loro ti dicono che ci sono dei rallentamenti, ma piccoli piccoli, quasi impercettibili, e te lo dicono segmento dopo segmento.

“Rallentamenti fino a Capua”. Quando arrivi a Capua, “rallentamenti fino a Caianello”. Quando arrivi a Caianello e’ il turno di Frosinone, e cosi’ via. Solo quando e’ troppo tardi per uscire dall’inferno, allora ti inchiappettano col sale: “code fino a Roma Sud”. E cazzo, perche’ quelle che mi sono sparato nelle ultime 5 ore che erano, gli aperitivi??

Per farla breve, tempo necessario a percorrere la tratta Isernia-daqualcheparteaRomaNord: 5 ore!!!

Meno male che poi la magione indonapoletana ci ha accolti come da tradizione, per cui la riappacificazione col Mondo e’ stata rapida e indolore.

Advertisements

4 gennaio 2010 - Posted by | Bestialita', Cose da ricordare, Pericoli vari e disservizi | , , , , ,

11 commenti »

  1. Ricordiamoci che noi non siamo in coda mai: noi siamo la coda!
    Perciò a parte il comportamento becero della società autostrage è da pensare meglio all’ idea della mobilità su ruota che abbiamo tutti. Abbandoniamo le auto e sfruttiamo altri mezzi o costruiamo più strade? l’ alternativa è stare a casa.
    Ad ogni buon conto ti compatisco ( nel senso letterale ) perchè io non resisto neppure a 5 minuti di coda, e lesto giro l’auto e vado altrove, se solo non sono bloccato in autostrana dove mi sento letteralmente vittima di un sequestro di persona.

    Commento di giorgio | 5 gennaio 2010 | Rispondi

  2. caro tuttoqua’ il nostro comune amico mi ha trascinato nel cuore del vomero in periodo natalizio meravigliandosi della paralisi del traffico. Comunque anche noi ci siamo fatti una bella dose di traffico per napoli. Per riguardo al parcheggio che ti devo dire. Un minuto prima non c’era….bah. Comunque il danno e’ minimo, solo un po’ complicato. Messaggio mandato via cellulare collegato al mio rout wiless . Va una meraviglia.

    Commento di mimmo | 5 gennaio 2010 | Rispondi

    • Azz, ma si’ diventato iper-tecnologico! 😀

      Commento di tuttoqua | 5 gennaio 2010 | Rispondi

  3. Odio le code! Scusami se mi faccio i cavoli tuoi…..vivi a Salerno? Perchè il solo nome della città mi fa venire in mente un ristorante dove mi fermavo sempre a mangiare la più buona delle pizze

    Commento di Trudy | 6 gennaio 2010 | Rispondi

    • Trudy, sono di Salerno ma non ci vivo da molti anni ormai.

      Commento di tuttoqua | 6 gennaio 2010 | Rispondi

  4. …e nonostante abbia perso un abitante di “livello” come tuttoquà, rimane sempre una splendida città!
    P.S. ti faccio fare bella figura?

    Commento di mimmo | 6 gennaio 2010 | Rispondi

  5. madonna santissima del viaggiatore impenitente… mi son stancata solo a leggere!!! bisogna dire che te le vai a cercare ahahahah

    Commento di Erbaviola | 6 gennaio 2010 | Rispondi

    • Se vuoi la prossima volta puoi venire anche tu! 😀

      Commento di tuttoqua | 7 gennaio 2010 | Rispondi

  6. Resta la questione filosofica fondamentale: io sono milanese (nessuno è perfetto) e quindi non so che cosa sia il susumiello.
    EKKEKKazz…spiegatemelo, no?

    un abbraccio a Tutto Qua,
    Marco/MilleOrienti

    Commento di marco restelli | 9 gennaio 2010 | Rispondi

    • Marco, io c’ho gli amici pigri… avrebbero dovuto tradurre loro… Vabbe’, faccio io 😀 Hai presente il Roccoco’? Ecco, il Susumiello e’ simile, solo che, a differenza del Roccoco’ che e’ duro come il diamante, il Susumiello e’ un po’ piu’ morbido. Cio’ pero’ non evita che a Napoli, quando si vuol dire a qualcuno che e’ pesante, nel senso della pedanteria, gli si dia del Susumiello appunto. Ora, pero’, se non sai nemmeno cosa e’ un Roccoco’, fai prima a guardare qua: http://www.panificioesposito.com/images/dolci/roccoco.jpg

      Commento di tuttoqua | 9 gennaio 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: