TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Its happen in India (con “s” casuale)

Avevo questo POST in pancia da un po’, aspettavo solo il momento giusto per buttarlo dentro. E quale momento migliore dell’inizio dell’anno nuovo per sfottere, come di consueto, la mia odiatissima India?

E allora, andiamo a incominciare, con una premessa necessaria. Qualsiasi paese ospita un certo numero di ex-pat, cioe’ di persone che, per ragioni professionali, ci si recano e ci restano ad libitum. L’India non e’ esente da questo, per cui anche li’ esiste un fiorire di gruppi e di mailing list a cui aderiscono i vari ex-pat. Uno dei problemi piu’ diffusi, almeno nel Sub-Continente, e’ che spessissimo questi luoghi virtuali vengono frequentati anche da loschi individui autoctoni, che hanno il solo obiettivo di adescare le signore straniere che si spostano al seguito dei mariti.

TuttoQua Girl mi faceva notare all’uopo (bella all’uopo eh?) che costoro stanno inflazionando anche Facebook e simili, ma in fin dei conti amen, anche perche’ non e’ di cio’ che volevo parlarvi.

Ma, piuttosto, di una mail che e’ circolata in uno di questi gruppi, che risponde al nome di Yuni NET. Non posso pubblicare il mittente per ovvie ragioni, ma vi riporto il testo integrale della mail, che poi commentero’.

Hi Guys !!
I feel sad and bad to write or share my agony about my country.

Today morning I had an accident on National Highway 1, where some kind of construction and repair going on… I was in my first lane and going on my constant speed of 40-50km/hr from second lane one three wheeler (ndr: il link l’ho aggiunto io) made u turn without indicator and hit my car badly as he wanted to go other side of the traffic to save some kms from long u turns (In India its routine practice any one can merge or exit on highway on their whims or tailor common merging and exit point). We can’t help it, its INDIA.

I did call police control room 100, noted down the number of the vehicle and took in my possession the key of three wheeler. I asked the vehicle the his drive to park it on side to avoid problem from the traffic jam. I gave the key to the drive who start the vehicle and pushed off.Its INDIA.

After 22 mins of waiting PCR came police men were very humble and polite but no help said ” we have informed designated area police station and help on its way to file a police complain “.
Two police officers came from designated police station in next 45 mins, who write a small complain of mine and told me that ” go to your insurance company take the claim , road traffic accident is very common in India and it is the standard procedure” . I asked for the copy of the complain, the police officer told me that you have come police station where you write a police complain in two copy, one copy will return as a received receipt or acknowledgment( what ever).
Refused to write any FIR (first information report) to trace the vehicle.

The crux of the story is I got to pay for the accident from my own pocket and my insurance company…for others mistake .
Its Happens in India

Sorvoliamo sull’inglese, che e’ davvero pedestre, a partire dal subject: Its happen in India. Casomai sarebbe It happens in India, oppure It’s happened in India (con ‘s = has e non is). Tralascio anche ogni commento sull’estrema tirchieria in fatto di punteggiatura, ma anche qui de gustibus, e mi concentro sul contenuto.

In sostanza costui (costei… boh…) racconta di un’incidente d’auto accadutogli sull’autostrada NH1, che collega Delhi a Wagah. Viaggiava alla abituale velocita’ di 40/50 Km/h sulla prima corsia, che vi ricordo essere quella di sinistra, quando un tre ruote faceva un’inversione a U per uscire dall’autostrada e risparmiarsi non ho capito bene cosa. Notevoli due passaggi: il fatto che qualcuno faccia inversione a U in autostrada (!!!), ma anche il fatto che chi scrive sottolinei “senza mettere la freccia”!!! Come se fosse normale, una volta messa la freccia, fare un’inversione a U in autostrada.

Ma… in effetti e’ normale: “In India its routine practice”

Qui arriva una fase abbastanza frenetica del racconto. “Ho chiamato la centrale della polizia, mi sono segnato la targa del tre ruote, e ho sequestrato le chiavi del mezzo all’autista. Poi gli ho chiesto di spostare il tre ruote dalla strada per non creare problemi alla circolazione (nrd: ahahahahahah!!!), gli ho ridato le chiavi e lui pushed off”. Non saprei… l’uso del verbo e’ improprio, ma mi verrebbe da pensare, anche in base al seguito della storia, che il bravo tre-ruotista indiano, appena rientrato in possesso delle chiavi abbia tagliato la corda 🙂

Che accade dopo? Accade che arrivano quelli della centrale dopo 22 minuti, i quali, pur essendo umili ed educati, sono completamente inutili (e quando mai in indiano e’ utile?). Dicono che hanno informato la stazione di polizia di zona che sta inviando una pattuglia per raccogliere la denuncia. Dopo 45 minuti arriva la suddetta pattuglia che prende nota della denuncia, e dice che “in India queste cose accadono molto di frequente e che la procedura standard e’ quella di recarsi presso l’assicurazione che, a sua volta, raccogliera’ la denuncia del fattaccio”. Quando il tizio chiede una copia del verbale, i poliziotti gli rispondono che per fare questo lui dovra’ recarsi presso la stazione e presentare un’altra denuncia, questa volta in due copie!

Ma perche’, quella che avevano appena raccolto allora cos’era? Boh… Mi risulta comunque che la Foresta Amazzonica sentitamente ringrazi l’India ogni giorno dell’anno per il colossale spreco di carta che si compie in quel paese.

Segue un’altra frase sibillina: “refused to write any First Information report to trace the vehicle”. Non essendoci il soggetto, si puo’ ipotizzare che siano stati i poliziotti a rifiutarsi. Chissa’ perche’… mah… eppure sono cosi’ efficienti in India.

La conclusione: il tizio deve pagarsi i danni alla sua macchina, piu’ risarcire l’assicurazione “for other mistake”. Conoscendo come funzionano le cose li’, ritengo che l’assicurazione abbia trovato pure il modo di fottere qualche spicciolo all’ignaro protagonista della vicenda, oltre che risarcirlo di una beata mazza.

Che volete farci… Its happen in India!

7 gennaio 2010 - Posted by | Ammazza che ladri!, Bestialita', Cose da ricordare, incidenti aerei, Pericoli vari e disservizi | , , , , , , , , ,

6 commenti »

  1. Eh, sono avanti.
    Mi interessa poco o nulla che il tipo abbia dovuto sganciare soldi anche se non era colpa sua. Quello che mi diverte, invece, e’ l’inglese paleolitico in cui si esprime. Per non dire della solita India “che ci posso fare? da noi va cosi'” di quelli che fanno inversioni a U in autostrada perche’ e’ normale. Tra un paio di settimane devo tornare a Delhi, oddio.

    Commento di beatrice | 11 gennaio 2010 | Rispondi

    • Non t’invidio proprio. Fatti coraggio, su…

      Commento di tuttoqua | 11 gennaio 2010 | Rispondi

  2. ….beh meglio leggere missive così, che quelle che da un pò di tempo intasano le mie varie caselle di posta elettronica. In un italiano sgrammaticato innocenti e avvenenti ragazze dell’est europa, mi comunicano che non hanno potuto rispondere alle mie lettere(?) perchè occupate a curare la loro madre malata ed ad accudire i loro figli che il marito gli ha lasciato prima di sparire senza lasciargli un soldo…
    Però ora possono “darmi retta” e mi invitano a scrivergli, e magari a mandargli un pò di soldi…..
    Caro tuttoquà, ma ti risulta che io sul cappello ho scritto Jo Condor?

    Commento di mimmo | 12 gennaio 2010 | Rispondi

    • A me sembrava di aver letto “John Holmes” 😀

      Commento di tuttoqua | 13 gennaio 2010 | Rispondi

  3. è incredibile… solo chi è stato in quella fogna a cielo aperto, può realmente capire ed immedesirmarsi nella feccia di cui stiamo parlando.. perchè se non vedi, non credi…

    Commento di serena | 1 maggio 2012 | Rispondi

    • Serena, benvenuta e grazie del supporto morale.

      Commento di tuttoqua | 1 maggio 2012 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: