TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Post-gara Gran Premio di F1 del Belgio 2010

La Ferrari si e’ giocata la possibilita’ di competere per i due titoli. Non che prima di domenica le speranze fossero tante, ma ormai la classifica costruttori dice 79 punti dietro la McLaren e 80 dietro la RedBull, mentre sul fronte piloti Alonso e’ quinto a ben 41 punti dalla vetta occupata da Lewis Hamilton. A parte i problemi altalenanti di performance, la somma degli errori di Fernando Alonso (toccatona contro il muro stavolta!) ha superato ogni peggiore attesa. Il pilota spagnolo e’ evidentemente troppo sotto pressione.

Che dire? Benvenuto in Ferrari. Qui si corre anche per ragioni che vanno ancora al di la’ (nonostante tutto) del solo business. Se si arriva con due titoli sulle spalle, il pubblico ci crede e poi rimane deluso. Ancora una volta.

Certo, stavolta ci si e’ messo anche Barrichello, che ha pensato bene di festeggiare i suoi 300 Gran Premi tirando una grandiosa inchiappettata alla Rossa di Fernando. Pero’… quel cambio gomme sbagliato e’ imperdonabile. Entra, metti le dure e vai, no?

No, si prova con le intermedie. Bravi, ottimo lavoro. Di Massa non parlo piu’, perche’ mi sembra di sparare sulla Croce Rossa. Sara’ il fatto di essere diventato padre, sara’ che ha incassato il rinnovo del contratto quando non ci sperava piu’, a me sembra di vederlo sempre in vacanza.

Ma parlando di errori non si puo’ sorvolare sull’ennesima follia di Vettel, che ha compiuto una manovra senza precedenti, degna forse del peggior Tacuma Sato dei tempi che furono. Il problema e’ che ha mandato fuori l’incolpevole Button, che con tutta la sua calma britannica non ha potuto fare a meno di lamentarsi. Giustamente. Io l’avrei ammazzato, ma e’ noto che io non sono britannico.

Ora il titolo piloti resta probabilmente una questione tra Hamilton, che ha fatto una gara esaltante senza sbagliare nulla, e Mark Webber, che e’ partito a carbonella ma poi, approfittando delle varie circostanze, si e’ piazzato secondo portando a casa ottimi punti.

La classifica costruttori a sua volta resta un discorso tra McLaren e RedBull, e tutto dipendera’ da Button e Vettel, sempre che non proseguano a giocare all’autoscontro, e sempre che i meccanici del team inglese non scordino qualche altra paratia come fecero a Montercarlo.

Kubica ha ancora una volta confermato le sue doti, qualora ce ne fosse bisogno, andando a prendersi il bronzo, grazie anche all’aiuto della sua Renault che e’ migliorata moltissimo, soprattutto nell’F-duct.

In casa Mercedes ormai la battaglia tra Rosberg e Schumacher e’ di pubblico dominio, e i due non si risparmiano le sportellate. E ci sta. Il potenziale della monoposto tedesca pero’ l’abbiamo visto tutti, quando il Kaiser e’ stato ridicolizzato dalla Force India di Sutil (!) che l’ha infilzato sul rettilineo del Kemmel con una facilita’ disarmante. Il tutto poi e’ reso piu’ tragico dalla consapevolezza che lo scassone indiano monta lo stesso motore e lo stesso retrotreno della presunta corazzata tedesca.

Tutti gli altri hanno viaggiato con ritardi che vanno dai 30 secondi ai due giri e passa di Yamamoto, il che li classifica in una Formula di categoria inferiore.

Cosa dire? Mi riservo ogni commento per il POST di chiusura del campionato, ma ormai mi sembra di vedere molta approssimazione e troppa incompetenza, un po’ dappertutto.

Commento gara precedente: Gran Premio d’Ungheria.

1 settembre 2010 - Posted by | formula 1 | , , , , , , , , , , , ,

8 commenti »

  1. D’accordissimo sul fatto che ormai per Alonso non ci siano più speranze… tra errori suoi e della squadra quest’anno ha davvero buttato via un campionato!!! Evidentemente l’ambiente in Ferrari non è così tranquillo e rilassato come vogliono farci credere…. Anche Massa si limita a fare il compitino, anche se Domenicali afferma che ha fatto “una gara fantastica”… mah!!! Sul fatto che Hamilton e Webber siano i più in forma, e i due che più si meritino di vincere il mondiale ormai è palese, così come che Vettel deve crescere ancora UN BEL PO’ prima di diventare il fenomeno che tutti (lui compreso) credono che sia…
    Mi sento di attenzionarvi su 2 cose però:
    1.la Force India ha sverniciato anche Alonso sul Kemmel (ehm ehm)
    2.nell’incidente di Vettel, un attimo prima del crash, si vede l’alettone anteriore compiere un movimento alquanto sospetto… che la RBR nasconda qualcosa?
    Ciao ciao!_S

    Commento di Ste | 1 settembre 2010 | Rispondi

    • Azz, non avevo notato la questione dell’ala posteriore! Certo che se e’ cosi’, bel rischio!

      Commento di tuttoqua | 2 settembre 2010 | Rispondi

      • Già… soprattutto tenendo conto COSA è successo a Webber a Valencia… incidente molto, troppo simile a quello di Vettel! ovvio,le mie sono solo ipotesi non basate su specifiche conoscenze, ma da “spettatore ignorante” ci ho pensato! 🙂

        Commento di Ste | 2 settembre 2010 | Rispondi

  2. Domenicali ha ragione, Massa ha fatto una gara fantastica, non ho mai visto un go kart andare cosi forte!!

    Commento di maurizio | 3 settembre 2010 | Rispondi

  3. Sono fuori tema, ma clicco spesso il tuo blog perché’ apprezzo i tuoi commenti sugli incidenti aerei. Mi ha stupito la tua competenza sui tubi di pitot in passato. Cosa aspetti a ripeterti? Ultimamente ne sono accaduti molti ed io stesso ho vissuto uno strano volo Roma-Charlotte con rumori ai motori e successivo cambio di aeromobile. Saluti

    Commento di Tiziano | 3 settembre 2010 | Rispondi

    • Tiziano grazie. La verità’ e che grazie al cielo non accadono incidenti così brutti tanto spesso. Inoltre la maggior parte delle volte si tratta di errori umani, di guasti ad aeromobili vecchi e tenuti male e, quasi sempre, coinvolgono compagnie aeree non proprio raccomandabili. Detto questo, Internet e’ una fonte preziosa di informazioni, ma ci vuole tempo per scavare, separare le poche cose utili dal mare di spazzatura e mettere insieme i pezzi del puzzle. In questo periodo tempo da dedicare al blog ne ho poco, e mi riesce piu’ facile commentare la F1 e poco altro. Pero’ sto per uscire con una saga multi-POST sul villaggio in cui sono stato in vacanza ad Agosto. Non sara’ certo intrigante come l’indagine sul volo Air France, ma spero che possa essere utile a qualcuno 😉

      Commento di tuttoqua | 4 settembre 2010 | Rispondi

  4. […] Commento gara precedente: Gran Premio del Belgio. […]

    Pingback di Post-gara Gran Premio di F1 d’Italia 2010 « TuttoQua? | 15 settembre 2010 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: