TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Post-gara Gran Premio di F1 d’Italia 2011

Montezemolo, a fine gara, ha “confessato” che la macchina, quest’anno, e’ nata male.

Quest’anno??? E quella del 2009? E quella dell’anno scorso, raddrizzata a martellate in corso d’opera, e sempre troppo tardi per vincere ma mai per farci soffrire come bestie fino all’ultima curva?

Diciamoci la verita’, caro Luca-Luca, sono 3 anni che a Maranello nascono delle emerite carriole. E sai perche’? Non perche’ e’ andato via Schuamcher, ma perche’ e’ andato via Todt. E, soprattutto, perche’ e’ arrivato Domenicali al posto suo!

Il delfino di Todt che, come tutti i delfini, non possiede nemmeno il 10% delle capacita’ e del carisma del suo principe!

Per carita’, Domenicali sara’ pure un bravo manager, ma per far funzionare la Ferrari ci sono sempre voluti polso d’acciaio e palle di pietra. Come il Drake doceva, appunto (doceva non diceva…).

Mettici Briatore li’, ti faccio vedere come nascono bene le macchine! Mettici Alesi, che e’ uno bello tosto, pane al pane e vino al vino, e soprattutto sta alla Formula 1 come la ciliegina sta alla torta, e allora ne riparliamo.

E’ nata male… TSE’! E’ l’organizzazione Ferrari del nuovo millennio che e’ nata male, e morira’ peggio! Meno male che c’e’ San Fernando, va! Anzi, andate subito ad accendere un cero!

Ma torniamo a noi, e vediamo invece di parlare di quelli bravi e capaci.

Vettel, prima di tutto. E che dico di Vettel adesso? Ha fatto la corsa da solo, dopo aver piazzato un sorpasso ad Alonso da far invidia al mitico confronto Villeneuve-Arnoux. Ha tenuto un ritmo mostruoso per tutta la gara, e se quello e’ il riferimento, allora Ferrari e McLaren farebbero bene a riflettere, e molto anche. Si lamentano delle gomme… dei regolamenti… e dei pochi test… e della FIA… Pero’ la RedBull corre nello stesso campionato e umilia a destra e a manca! Come mai? Titolo archiviato, con possibilita’ di chiudere matematicamente la disfida a Singapore tra 15 giorni. Ma tanto, dove non arriva la matematica, arriva il buon senso: e chi lo prende piu’ questo?

Poi Button. Signori, scusate… qui mi tolgo ufficialmente, e una volta e per tutte, il cappello di fronte a Jenson. Io sono uno che quando sbaglia giudizio lo ammette. Button e’ un signor pilota, perfetto per la Formula 1 del 21-esimo secolo. E, soprattutto, e’ uno dei driver piu’ intelligenti che abbia mai visto, degno del miglior Prost.

Ma piu’ di Prost, e di molti altri, ha pure il fegato e il manico per fare delle cose notevolissime. Il sorpasso inflitto a Schumacher, sull’esterno della Variante Ascari come se fosse diritta, me lo ricordero’ per un bel pezzo!

Se poi consideriamo che Hamilton era li’ dietro da 20 giri a smadonnare… Fantastico, per tutto il resto c’e’ Mastercard.

Schumacher. Schumacher… Schumacher… Massi’, dai, finalmente si e’ rivisto qualcosa degno di uno che ha vinto il titolo 7 volte. C’e’ da dire che aveva una macchina ultraluce sul diritto e ultraferma in uscita delle curve, ma vederlo combattere li’ davanti, con la grinta di un ragazzino, mi e’ piaciuto molto. Non e’ stato proprio cavalleresco tutte le volte, ma come ha detto proprio Alesi, ci siamo rotti di questa Formula 1 dove se un pilota non e’ nell’esatto centimetro quadrato in cui dovrebbe stare viene subito penalizzato. Non vogliamo certo le sportellate, ma che se le suonino come si deve! Noi siamo li’ a guardare una competizione motoristica di altissimo livello, non una fila indiana di alunni delle suore!

Se aggiungiamo anche che dobbiamo ringraziare il Kaiser per aver tenuto Hamilton dietro per tanti giri, regalando il podio ad Alonso (che’ altrimenti, sti cazzi…), non posso fare altro che unirmi al coro di giornalisti, tifosi e addetti ai lavori che, in questi due giorni, non hanno fatto altro che ripetere:

GRAZIE MICHAEL!

Sono poi molto contento per la ToroRosso, ma molto contento! I due ragazzi sono andati forte, e hanno messo la piccola scuderia di Faenza dove merita (7imo e 11esimo), a sole 6 lunghezze della Sauber e 8 dalla Force India nella classifica dei costruttori.

Anche Senna e’ andato bene, il che evidenzia che il ragazzo, al volante di una maccina decente, puo’ prodursi benino. Certo, non e’ lo zio (vabbe’, zio…), ma che dobbiamo fare? Meglio dei vari sterchi indiani che si sono alternati al volante in questi ultimi anni. D’altronde, questa Formula 1 e’ fatta apposta per penalizzare i giovani, e quindi trovarne uno che riesca a tenere lo sterzo in mano per 300 Km diviene sempre piu’ difficile.

Massa, come al solito, mi obbliga a stendere un velo pietoso. E’ pur vero che stavolta e’ stato Webber a fare la cazzata, ma Massa un po’ di colpa ce l’ha sempre, perche’ continua a ripetere prestazioni mediocri e incolori. Sara’ colpa della macchina… sara’ la botta in testa… sara’ che correre all’ombra di Fernandone non e’ proprio un letto di rose, ma io vi anticipo, senza tema di smentita, che il brasiliano e’ arrrivato al capolinea, e che nel 2012 NON lo vedremo in Ferrari, ma magari in Williams al posto di Barrichello. Questa cosa non sta scritta da nessuna parte, e’ il mio pendolino magico che lo dice. Se ci becco, a Novembre vi omaggio anche i 6 numeri vincenti del Superenalotto!

Desidero chiudere con un passaggio su Liuzzi. Vitantonio Liuzzi… ma perche’ io, con te e quelli come te, devo sempre avere ragione? Ma chi ti ha messo li’? Ma che fai? E, soprattutto, dove vai???

Come? Kovaleinen… dici che e’ stato lui? Ma rivedi il filmato! Veramente pensavi di superarli tutti sull’erba?? E chi sei, Fangio??

Guarda, secondo me, gli anni passati in Force India ti hanno bruciato molti neuroni! Fai qualcosa, ma non fare piu’ come domenica! Io non so se ti sei reso conto di quello che hai combinato, ma vista da fuori la scena e’ stata da film dell’orrore, e vederti piombare in scivolata, senza controllo, puntando deciso e veloce su un’ammucchiata di monoposto e di esseri umani mi ha gelato il sangue nelle vene!

“Peccato… ero partito bene…”. Peccato??? Ma ringrazia la Madonna piuttosto e cospargiti il capo di cenere!

Il mio pendolino magico dice che anche Liuzzi, l’anno prossimo, non sara’ in HRT, e nemmeno in Williams… E no, nemmeno in Lotus… e neanche in Virgin, e da nessuna altra parte. Stara’ a casa a mettere a posto la cucina, sperando che non faccia franare la credenza riponendo il servizio buono.

Commento gara precedente: Gran Premio del Belgio.

I POST delle ultime 3 stagioni.

13 settembre 2011 - Posted by | formula 1 | , , , , , , ,

11 commenti »

  1. Secondo me i sorpassi all’esterno di Vettel e Button sono molto belli ma sopravvalutati, perchè effettuati con una macchina esageratamente superiore, almeno in quel momento.
    Come il famoso sorpasso di Spa 2000 quando Hakkinen ha superato Schumi nella staccata a tre (credo che il terzo fosse Zonta, doppiato): tutti hanno osannato Mika e dato del pollo a Michael, senza pensare che, dopo il cambio gomme e prima del sorpasso, la McLaren recuperava tre secondi al giro alla Ferrari.
    E ricordiamoci che con un secondo al giro di vantaggio su ogni circuito, anche Damon Hill e Villeneuve Figlio hanno vinto un mondiale…

    Commento di Dottordivago | 13 settembre 2011 | Rispondi

    • Tutto vero, pero’ entrare a quella velocita’ nella Variante, sull’esterno, quando la macchina teoricamente dovrebbe andare dritto per dritto e’ un fatto notevole.

      Commento di tuttoqua | 13 settembre 2011 | Rispondi

  2. Ovviamente il “se” prima di “ricordiamoci” non c’entra una fava…
    Tiralo via, per favore, che mi sembra di averlo in un occhio, quel “se”…

    Commento di Dottordivago | 13 settembre 2011 | Rispondi

    • Fatto.

      Commento di tuttoqua | 13 settembre 2011 | Rispondi

    • meglio in un occhio che da qualche altra parte.

      Commento di maurizio | 14 settembre 2011 | Rispondi

  3. Il primo sorpasso all’esterno che io ricordi l’ha fatto Andretti ( Mario ) , ma lui guidava il primo aereo di F1 e quella che sembrava una violazione della fisica in realtà era solo una macchina di un’ altra categoria.
    Nulla è cambiato, ed il campionato costruttori vale molto più di quello conduttori.
    Certo che se qualcuno facesse una vettura che permettesse a Massa di vince… dài, è troppo grossa! Merito l’Oscar della stronzata!

    Commento di giorgio | 13 settembre 2011 | Rispondi

    • Andretti era un altro pianeta, come tutti quelli (pochi) della sua classe. Un pilota di oggi messo su una monoposto di ieri non riuscirebbe nemmeno a partire. Cosi’ come, va detto, un Andretti alla guida di una monoposto moderna non ci capirebbe un cazzo e non saprebbe nemmeno da dove iniziare a metterla a punto e a gestirla.

      Commento di tuttoqua | 13 settembre 2011 | Rispondi

  4. Caro – totalmente concorde su quanto debole sia il managment Ferrari. Bravissime persone, pero’ dopo 3 anni che si pigliano solo mazzate forse e’ tempo di cambiare….qui non e’ che stanno curando un progetto di lunga durata (diciamo come la Roma di Enrique!). Partono con tanti soldi, ottime strutture, pilota fortissimo, tanta esperienza….ma fanno schifo. ALlora bisogna cambiare chi dirige la baracca!

    Liuzzi. Pirla. Ha fatto un macello ed ha la faccia tosta di prendersela con altri!!!
    La battaglia Schumi LH avvincente. I cronisti inglesi un po meno magnanimi con il kaiser, che effettivamente era al limite della correttezza sportiva. LH che di solito scassa tutto con la sua irruenza forse si era fatto una camomilla prima di entrare in macchina….mai visto cosi paziente.

    Massa – no comment. Anzi si comment: e’ cotto.

    alla prossima….ti sei goduto la piscina, o ai causato una flash flood nella valle😉

    Commento di ain't that bad | 13 settembre 2011 | Rispondi

    • La piscina ha funzionato alla perfezione😉 Hamilton invece mi ha fatto ridere quando ha chiesto al muretto come fosse la sua velocita’ sul rettilineo, e quelli gli hanno risposto che la sua era ok ma era quella di Schumy a essere esagerata!

      Commento di tuttoqua | 13 settembre 2011 | Rispondi

  5. Allora: parto dall’inizio? Liuzzi: un pataca!!! sarà sempre colpa degli altri, ma quando succede un mucchio in partenza, 2 volte su 3 c’è lui in mezzo… La manovra di Alonso in partenza: da PAURA! come quella di Vettel, mettere una F1 sull’erba con le slick è da pazzi, ma controllarla è da fenomeni!!! (chiedere, appunto, a Liuzzi). La battaglia Schumi-LH: una goduria!!! devo aver svegliato mezzo quartiere… era ora che si vedessero un po’ di ruotate, altrimenti gioco con la pista Polistil!!! Conclusione: gran GP, e viva le piste storiche!!!_Ste

    Commento di b52ste | 14 settembre 2011 | Rispondi

  6. […] Commento gara precedente: Gran Premio d’Italia. […]

    Pingback di Posta-gara Gran Premio di F1 di Singapore 2011 « TuttoQua? | 26 settembre 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: