TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Brutta bestia l’Ignoranza

Una delle ragioni per cui l’Umanita’ sta regredendo e’ l’Ignoranza, quella con la I maiuscola.

D’altronde, per chi ci comanda, tenerci tutti sotto una certa soglia della comprensione fa comodo, perche’ facciamo poche domande e paghiamo cio’ che dobbiamo pagare.

Ma se questo funziona bene in India, e puo’ spiegare una certa situazione, credo che non si applichi all’Italia.

Il fatto oggettivo e’ che l’Ignoranza dilaga, ma le ragioni vanno ricercate altrove, e risiedono, probabilmente, nel modo in cui siamo cambiati noi stessi. Una volta c’erano molti valori, che strada facendo si sono persi, e tra questi l’Educazione, intesa nel modo piu’ allargato possibile.

Non solo si insegnava ai bambini come comportarsi, ma li si educava a 360 gradi, soprattutto a Scuola, dove educare significa insegnare e acculturare.

Quando il sistema scolastico diviene inefficiente, e la Famiglia e la Parrocchia sono solo pallidi ricordi, tutto il resto crolla, col risultato che si producono generazioni di ignoranti, cafoni, maleducati, presuntuosi e stronzi.

Scusate, lo so che sto parlando di noi, dei nostri figli e di tutto il resto, ma cosa ci posso fare? Meglio essere consapevoli di certe cose che far finta di niente.

Come mai una volta il nostro Paese era pieno di letterati, matematici, fisici, pittori, scultori e via dicendo? Come mai gli italiani hanno vinto tonnellate di premi Nobel in tutte le discipline possibili e immaginabili, e oggi niente piu’?

Dove sono i Manzoni, i Pascoli, gli Ungaretti? E i Da Vinci e i Raffaello? E i Michelangelo e i Bernini? E per venire piu’ vicini, dove sono i Rubbia e le Levi Montalcini? Non ci sono, semplice. E quei pochi che nascono dotati di potenziale superiore, appena possono vanno a realizzarlo lontano, perche’ qui non c’e’ trippa per gatti.

E non mi rispondete, per pieta’, che oggi questi personaggi sono indiani, russi, cinesi e brasiliani! Sono indiani, russi, cinesi e brasiliani perche’ sono spariti gli italiani! Ma accostarli a una qualsiasi dei nostri, e’ come accostare la merda a un bigne’ al cioccolato, con tutto il rispetto.

Il risultato di tutto questo e’ visibile in qualsiasi situazione, ovunque ci si trovi…

Entri nel negozio, e una commessa di 7 anni appena compiuti ti dice: “Ciao… hai bisogno?”. Ciao?? E chi minchia sei, mia nipote??

Idem al McDonald’s, dove una commessa cinese di 9 anni: “Ciao, cosa prendi?”. Un martello grazie, cosi’ ti fracasso quella testa di cazzo da ignorante cafona che ti ritrovi.

Stamattina all’Autogrill, mi danno una pasta che sembra gia’ morsicata (giuro, mancava un pezzo a forma di bocca!). Scusi signorina (ragazzina 18enne), mi sembra che questa pasta abbia qualcosa che non va, sembra che sia stata morsicata…

“Eeeeeeeeeeeeeeeh… morsicata… seee…. Vabbe’, dammi qua te la cambio”. Ma dammi qua i miei soldi e vaffanculo! Tra l’altro, 2 Euro per la pasta e 1.40 per il cappuccio. Se dieci anni fa mi avessero chiesto 2.800 lire per un cappuccino, l’avrei preteso seduto a Piazza San Marco, a Carnevale, servito dentro un Uovo di Faberge’!

La mancanza dei fondamentali, si traduce in incapacita’ di azione, in qualsiasi fesseria, incapacita’ a cui l’Umana Natura cerca di supperire con presunta furbizia, ovvero nel fare la faccia come il culo.

Arrivi alla rotatoria, e trovi sempre uno che per riuscire a mettere il muso dentro attende che si estingua l’Umanita’ sulla Terra e, di conseguenza, non passino piu’ auto.

Ti metti in fila da qualche parte, e c’e’ sempre il furbetto che si piazza di lato (mentre la parola FILA significhera’ pure qualcosa, cazzo!), e piano piano te lo ritrovi 3/4 davanti, fino a che allunga la mano verso la cassa prima di te. Mano che, ovviamente, viene mozzata dal sottoscritto prima che tocchi il freddo marmo del bancone!

Torni alla macchina, e trovi che qualcuno si e’ pargheggiato in doppia fila pur di non andare 50 metri piu’ in la’. Tu provi a far notare che non si fa… e misteriosamente, dopo 5 secondi, ti trovi dalla parte del torto, perche’ sei uno che non ha pazienza, e che si e’ trattato di un attimo, e che miseria, e che cazzo di qua e che cazzo di la’!

Vai alle riunioni per le famiglie a scuola, e ti senti dire dagli insegnanti che “questi ragazzi non sanno fare un riassunto, e che tocca a noi genitori, a casa, fare qualcosa”. E che lo mando a fare a scuola da 8 anni, a scambiare le figurine Panini??

In terza elementare, io, per mantenere il titolo di capoclasse, dovevo, ogni mese, vincere la gara delle Tabelline, del Per e del Diviso! Adesso le Tabelline non le sanno nemmeno al Liceo.

Mi secca, poi, fare di tutt’erba un fascio, ma quando la massa si muove in una certa direzione, andare controrrente diventa sempre piu’ difficile. E, al giorno d’oggi, si rischiano continuamente gli scontri a fuoco, fino al di’ in cui qualche figlio di puttana, senza niente da perdere, tira fuori un cacciavite e te lo chiava nella panza.

E tu, per aver cercato di andare controrrente, di ottenere cortesia e un minimo rispetto, lasci al Mondo 3 orfani.

15 settembre 2011 - Posted by | Bestialita', Cose da ricordare | , , , , , ,

18 commenti »

  1. Ho la fortuna di vivere in un “quasi” paradiso terrestre, le scuole funzionano, gli stranieri sono integrati, i terroni lavorano, funziona “quasi” tutto bene che se uno alza la voce il giorno dopo leggi l’articolo sul giornale, eppure avverto anch’io cio che sostieni……ma rispetto al tuo comportamento io sono molto più , come dire, tranquillo…. se uno mi passa davanti al bar gli auguro buon appetito, se mi tagliano la strada chiedo scusa per primo, e non me ne fotte un cazzo di passare per un debole, al padre dei miei figli ci tengo………!!!

    Commento di maurizio | 16 settembre 2011 | Rispondi

    • Maurizio, a parte l’invidia (:-)), ti dico che hai perfettamente colto il punto cruciale: fregarsene, anche a costo di arrivare a compromesso con i propri istinti e i propri diritti e preservare pero’ la salute, oppure combattere a rischio di farsi del male per primi? La verita’, forse e’ nel mezzo, ma dove esattamente? E come si fa? Una volta prendo lo schiaffone e una volta lo do?

      Commento di tuttoqua | 16 settembre 2011 | Rispondi

      • Mi diceva mia nonno: quando si fa a botte bisogna portar via due sacchi, uno per darle e l’altro per prenderle.
        Per evitare di caricarmi degli inutili pesi sulle spalle non porto via nessun sacco, e credimi qualche volta, con la gentilezza, si riesce ad ottenere molto di più che con un pugno.
        E’ anche vero che ci sono persone che per fare entrare loro qualcosa nella testa devi aprirla come una noce di cocco, ma poi una volta aperta subisce delle perdite e quindi non possono contenere nulla se non l’arroganza, la maleducazione e il mancato rispetto del prossimo………alla prossima, Maurizio!!!

        Commento di maurizio | 16 settembre 2011 | Rispondi

        • Aspetta! Io non vorrei averti dato l’impressione di essere uno che mena chiunque faccia il furbetto o lo stronzo. Tutt’altro, pero’, se devo puntare i piedi non ho scrupoli a farlo.

          Commento di tuttoqua | 16 settembre 2011 | Rispondi

  2. Non posso che quotarti!!! Ho la stessa impressione ogni giorno che ho a che fare con la gente… pensa che 2 mattine fa ho cacciato un urlaccio ad un bambinetto di… 10 anni? che ha fatto una manovra suicida in bici, e lui per tutta risposta mi ha mostrato il dito medio…O_o
    Per la reazione…la virtù sta nel mezzo, bisogna essere bravi e fortunati a capire chi hai davanti, per regolare di conseguenza il tono di voce… ma hai rischiato in prima persona?_Ste

    Commento di b52ste | 16 settembre 2011 | Rispondi

    • Minchia! Il bimbo di 10 anni che ti fa il dito e’ insopportabile!

      Commento di tuttoqua | 16 settembre 2011 | Rispondi

      • Più che altro, mi verrebbe da pensare: se è abbastanza grande per farmi il dito, lo è anche per prendersi una sberla… Premettendo che non mi sarei mai sognato di farlo, ma se io a 10 anni avessi fatto il dito a qualcuno le avrei prese da lui, e dai miei subito dopo!!!😀

        Commento di b52ste | 16 settembre 2011 | Rispondi

  3. Non bisogna discutere con gli imbecilli: potrebbe essere difficile scoprire la differenza…
    In un paese ( di merda ) in cui cultura e conoscenza valgono meno di gambe e culi l’intelletto ti spinge a rinchiuderti in te stesso o fuggire all’ estero.
    Un bimbo di 10 anni che ti mostra il medio ( senza neppure sapere che per quella pratica è meglio usare l’indice ) per me non è peggiore di chi guarda grande fratello, amici, o quelle nuove bestialità di tamarreide o jersey shore.
    A 10 anni gli hanno cacciato in testa, la televisione e probabilmente i genitori, tanta di quella merda che può defecare per 90 anni senza alimentarsi.
    E’ un idolo lapo che posteggia il suv sui binari del tram?
    Severgnini sul Corriere ha creato una rubrica per sputtanare chi frega il posto ai disabili? ( all’ estero non succede perchè se ci provi ti ci trasformano in disabile )
    Per attraversare sulle zebre devi essere molto veloce ed anche un pò audace?
    A Tolmezzo, nel profondo nord, il comune lascia mettere i cassonetti proprio sulle striscie, così non rubano stalli blu a pagamento?
    Io telefono spesso in comune per lamentarmi e segnalare problemi, devo dire che gli assessori mi richiamano e risolvono, ma non credo sia efficenza: devo essere il solo a telefonare.
    Alla fine concordo con Battiato: Povera Patria.

    Commento di giorgio | 16 settembre 2011 | Rispondi

  4. Da poeti, navigatori e sognatori… a calciatori, veline e… Censuriamoci!

    Commento di Godot | 16 settembre 2011 | Rispondi

  5. Eh eh! La Tv in tutto ciò ha un ruolo fondamentale…c’è un disegno preciso. Un popolo non pensante fa comodo a chi comanda per fare i suoi, di comodi. Mai guardato il tg1? È un bell’esempio, ti assicuro. Infine, consentimi, spaccare un martello in testa per un ciao mi pare un poco eccessivo. Prenditi un pò meno sul serio .. Vedrai che andrà meglio. Ciao, garo.

    Commento di Garo | 17 settembre 2011 | Rispondi

    • Garo, forse io mi prendo troppo sul serio, e ovviamente il martello e’ un’iperbole, anzi speravo di non aver bisogno di spiegarlo. Pero’ una cosa e’ certa: se quando ero ragazzino avesso detto ciao a qualcuno piu’ grande di me, mio padre mi avrebbe fatto correre. Il problema e’ proprio questo, e cioe’ che non si puo’ rinunciare alle basi del vivere civilmente nel nome del lasciar correre. Perche’ alla fine chi lascia correre se lo prende in quel posto e fa la figura del fesso.

      Commento di tuttoqua | 17 settembre 2011 | Rispondi

      • E aggiungo anche che, se uno vuole, la TV la puo’ spegnere.

        Commento di tuttoqua | 17 settembre 2011 | Rispondi

        • Se uno sapesse che spegnendo la televisione il cervello resta acceso il problema non sussisterebbe.

          Commento di giorgio | 17 settembre 2011 | Rispondi

        • certo che la televisione si può spegnere…..a meno che non ti abbiano nascosto il telecomando!!!
          per non sbagliarmi prima sparo e poi, al limite, chiedo scusa!!
          ilpirata
          ps non sono un cowboy, quando sparo intendo “a parole non lascio passare niente”.

          Commento di ilpiratablog | 19 settembre 2011 | Rispondi

  6. Ma smettila… “tre orfani”…
    Sei un cristone che col cacciavite possono giusto trasformarti in un orso a cui hanno rubato il miele…
    Per il resto, parole sante.

    Commento di Dottordivago | 19 settembre 2011 | Rispondi

    • L’assalto all’arma bianca lo posso ancora gestire, ma se incontri lo stronzo pistolamunito puoi solo sperare che abbia una pessima mira.

      Commento di tuttoqua | 19 settembre 2011 | Rispondi

      • non ti preoccupare……………… ti vendicheremo!

        Commento di ilpiratablog | 21 settembre 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: