TuttoQua?

L'umanita' sta regredendo

Il questione delle rapporti amorose

Non sono impazzito. Il titolo e’ un passaggio di uno SPAM che ho ricevuto oggi, che tra l’altro afferma di non essere SPAM “in quanto non e’ nessun SPAM”. Siccome merita, ecco il testo integrale.

Buongiorno,

Prego di non cancellare la presente messaggio in quanto non e nessun spam. Nella presente messaggio sara toccato il questione delle rapporti amorose e maniere di risoluzione di esse.
Sono l’agente della impresa indipendente “Trova un amore vero e diventa felice”. La nostra societa si occupa di cerca delle coppie amorose amanti di tutto il mondo, dei vari luoghi della pianetta. Noi abbiamo la database di e-mail che conta piu di 100 000 indirizzi e-mail degli maschi e donne di tutto il mondo. La nostra impresa e non commerciale e presta i servizi assolutamente gratuitamente. La organizzazione “Trova un amore vero e diventa felice” e di beneficenza e opera solo ed esclusivamente con l’obiettivo di soddisfacimento dei vostri necessita vitali.
Avete cercato passione tutta la vita, ma non siete riusciti trovarlo? NOI VI DAREMO UNA MANO PER TROVARE LA FELICITA VERA! Il sistema del spedizione di comunicazioni ha identificato il vostro e-mail, ecco perche avete ricevuto la presente messaggio.
Nella presente comunicazione potete vedere un racconto breve di una persona di se stessa, che tenta trovare fidanzato + foto. Noi speriamo di ricevere una vostra risposta al e-mail citato della femmina e voi potrete creare le rapporti forti e vere. Vi auguriamo la fortuna! Siate felici, amate e siate amati!

Lettera allegata:

Mi chiamo Valeriya. Ho 34 anni. Non mi sono sposata e non ho figli. Non fumo e non bevo bevande alcoliche.
Sono una donna giovane, tranquilla e perseverante. Pero credo che il criterio piu eccezionale di ogni persona deve essere il rispetto.
Quando non sono occupata dal lavoro mi piace fare dello sport, uscire per le passeggiate nel parco. Nell’cuore io sono la femina molto sentimentale. Ogni tanto mi piace sognare, chiudendo gli occhi.
Probabilmente tu pensi – «Perche questa persona ha scritto a me, lei ha tutto!». Pero nella mia vita non c’e il sentimento piu bello. Sono sfortunata nell’amore.

Sono la femmina sola. Ho il freddo senza amore. Ogni giorno guardo al tramonto e prego il sorte di regalarmi un amore vero!

Nella nostra nazione 90% degli ragazzi vogliono solamente usare le donne per le avvilimento. Percio voglio provare conoscenze dell’Internet. Prima non ho avuto relazioni con gli persone nell’Internet. Pero adesso ho ricevuto questa possibilita e credo che il sorte ci aiutera.
Per favore, se ti interessano i nostri rapporti futuri, raccontami piu di te.

Voglio conoscerti.

Cerco un partner nella vita per la serenita d’animo e la gioia. Vorrei condividere tutti i allegrie vitali con l’uomo amato!
Nelle prossime messaggi ti raccontero di me, piu dettagliatamente.
Certamente ti mandero tante mie foto, dalle quali conoscerai la mia vita. Nelle mie foto sono raffigurate tutti i momenti della mia vita – gioia, pensosita e anche ogni tanto la tristezza.
Per favore, rispondimi solo al mio e-mail personale –
kaluzhskayalady@yahoo.com
Se ha letto la presente comunicazione, allora ho ricevuto la speranza per l’amore!
Attendo una tua comunicazione con l’impazienza. Voglio davvero conoscerti di piu.
Per favore, non dimenticare di me.
La tua nuova femmina,
Valeriya.

Non poteva mancare la foto:

Aho! Che vi devo dire? Questa qua e’ “la femina sola” che e’ stata “usata per avilimento”, mentre invece lei “vuole condividere alegrie vitali con l’uomo amato”. E’senz’altro lei la vostra “nuova femmina”. Il problema, casomai, e’ rottamare la vecchia femmina, ma questo e’ un altro discorso 😀

24 settembre 2010 Posted by | Bestialita', Cose da ricordare, L'italiano e' un'opinione!, La Rubrica del Chissenefrega, Pericoli vari e disservizi, Quando uno non ha niente da fare... | , , , | 9 commenti

Spiegatemi il Tutor!

Perche’ io inizio a pormi delle domande. E io sono buono e caro, ma e’ meglio lasciarmi stare, perche’ poi se inizio a fare domande, inizio pure a rompere le balle finche’ non capisco. Inutile andare sul sito della Polizia di Stato, perche’ qui dicono poco e niente, solo che e’ un sistema per misurare la velocita’ media dei veicoli… blah blah blah… che rispetta la privacy blah blah blah e che consente di impiegare le pattuglie in altre attivita’. Informazioni inutili.

Bene.

Poi?

Quello che avevo appreso per altre vie e’ che il Tutor funziona sostanzialmente in due modi:

  1. Calcola la velocita’ media di un veicolo tra due punti, di solito posti a circa 25 Km l’uno dall’altro, e se tale velocita’ e’ oltre il codice, zac!
  2. Calcola la velocita’ istantanea di un veicolo, quindi funziona come un Autovelox tradizionale e zac come sopra!

Le due funzioni parrebbero essere mutuamente esclusive: cioe’, o calcola la velocita’ media o quella istantanea, tutte e due insieme no. L’avranno progettato in India, mi verrebbe dire, ma poi ho scoperto (vedi dopo) che il software e’ fatto in Ungheria… E, siccome non e’ dato di sapere in quale modalita’ si trovi, volta per volta, il Tutor tal dei tali, il risultato e’ che uno ci passa sotto in modalita’ lumacone, e ci resta anche dopo, perche’ non si sa mai. In effetti suona come un discreto stratagemma: non vi diciamo niente, cosi’ voi non sapete da dove arrivano gli schiaffoni e state sempre attenti. Uuummmmm…

C’e’ anche una funzione accessoria, che e’ quella che rileva la corsia occupata, per contrastare l’abitudine tutta italica di viaggiare sempre e comunque nella corsia piu’ a sinistra, fosse pure un sentiero di terra che corre parallelo all’autostrada! Quest’idea di piace, anzi io lo doterei anche di un lanciarazzi a ricerca automatica d’imbecille, per far fuori tutti quelli che hanno preso la residenza permamente nella corsia di sorpasso!

Quindi, riassumiamo di nuovo: sei in un tratto autostradale controllato dal Tutor e non sai una fava, allora ci passi sotto piano, continui ad andare piano perche’ non sai se il grande fratello ti sta tenendo d’occhio, e cerchi di stare sempre a destra. Utile per la sicurezza, poco democratico e, certe volte, che palle!

So bene che il Tutor e’ in funzione dal 2005, quindi sara’ che sono lento, sara’ che negli ultimi tempi ero in India, sara’ che in Italia nessuno ti dice niente, ma i sospetti si sono insinuati nella mia testolina solo di recente. Perche’? Perche’ ho notato che mentre io mi smarrono gli zebedei a percorrere la Bologna-Milano (200 Km di rettilineo a tre corsie + corsia di emergenza) a 135 Km orari del mio tachimetro, lavorando di fino col cruise control e con la velocita’ indicata dal GPS, una buona meta’ degli altri conducenti mi passa da tutte le parti. A volte ho la sensazione di essere sodomizzato. In senso automobilistico, sporcaccioni!!!

Allora, questi simpaticoni che mi inchiappettano, le multe non le pagano? Posso comprendere i riccastri a bordo di Audi A8 e Mercedes S che beccano la multa e, se proprio non riescono a farsela togliere dall’amico onorevole, non comunicano i dati della patente, non perdono punti ma pagano una salata multa. Tanto a loro che glie frega? (grrrrrrrrr)

Ma il Fiorino degli operai? E l’impiegato con la Punto? L’idraulico con la Golf Variant? Come fanno questi? Non e’ possibile che paghino regolarmente o che passino sempre impuniti! E sono tutti pendolari, quindi statisticamente beccabili. Beh, oddio, forse avrei dovuto includere gli idraulici nella categoria dei riccastri, ma amen.

In piu’, siccome di multe e di ricorsi si sente parlare molto spesso, come mai non ho mai sentito nessuno raccontarmi o raccontare di essere stato multato dal Tutor? “Cazzo, mi hanno fregato a 136,3 Km/h tra Capua e San Vittore!”.

Mai! Certo, se uno va in giro sul Web qualcosa trova, ma in numero abbastanza irrilevante rispetto a tutto il chiasso che c’e’ intorno agli autovelox tradizionali. A tale proposito, vi copio&incollo una spiegazione (estratta da questo Forum) di un tizio che sostiene di lavorare per la societa’ che produce il software del Tutor. Nella sua incomprensibilita’, e’… boh.

Facciamo un po’ di chiarezza (ndr: si, dai!) ed evitiamo leggende metropolitane dato che il “software” dei sistemi tutor lo fornisce ad alcune aziende la societa’ per cui lavoro e Vi dico anche che viene “interamente sviluppato in Ungheria”….
Il tutor in Italia funziona solo ed esclusivamente (fino a nuova richiesta da parte del Ministero dei Trasporti)come rilevamento di velocita’ media da porta a porta (NON c’ entra Bruno Vespa)….
Il sistema e’ regolato sul nr. di postazioni presenti nel tratto autostradale d’ interesse…
Per fare un esempio
(ndr: ecco, grazie, te lo stavo per chiedere) se da Bologna a Milano ci sono 8 postazioni Tutor il sistema inizia a leggere dalla prima porta e va scalando, o meglio se alla seconda porta NON rileva infrazione elimina il dato e riparte la lettura dalla 2 alla 3 e così via fino alla 8, se invece rileva infrazione registra(quindi viene inviata nell’ arco di 24h all’ ente competente della tratta la segnalazione per poter ufficializzare la contravvenzione) e ricomincia poi le letture da porta a porta…. (ndr: EHHHHH??? Ehm… non si potrebbe aver un altro esempio?) Si consideri che stanno realizzando le postazioni Tutor anche in prossimita’ degli svincoli autostradali per evitare che i furbetti facciano la tirata finale e la scampino, quindi potremmo trovarci ad un’ uscita un bell’ uccellino che ci fa un’ istantanea della targa e ci completa la lettura dalla porta precedente…Io stesso ho preso 3 contravvenzioni col tutor in una settimana e Vi garantisco che NON ho potuto far nulla perche’ una volta che il tutor registra nessuno puo’ piu’ modificare nulla…Se qualcuno Vi dicesse che l’ amico o il parente e’ riuscito a farsi togliere un’ infrazione rilevata col Tutor fategli presente che se NON e’ il questore o in alcuni casi il prefetto la cosa risulta impossibile…(per fare un esempio sulla MI-BO nel tratto di Somaglia l’ ente competente e’ la polizia Stradale di Lodi che ha come riferimento la stessa Questura,che pero’ dipende dalla Prefettura….) (ndr: EEEEEEEHHHHHHHHHHHHHH???) 
Quindi buon viaggio a tutti

PS:L’ unica possibilita’ e’ che in caso d’ intenso traffico NON riesca a leggere tutte le targhe(e’ una possibilita’ molto remota pero’ reale)..E’ vero il fatto che NON sempre le postazioni sono attive (ossia funzionano ma non rilevano)anche se e’ ormai rarissimo perche’ tutto cio’ che e’ Tutor corrisponde a casse dell’ Erario… (ndr: beh, certo, ‘a perifrastica…)

Mah! Tornando a noi, devo infine anche dirvi che ultimamente, e da piu’ fonti, ho sentito dire che, in realta’, il Tutor ti tiene sotto controllo solo se al passaggio lo attivi, quindi solo se gli passi sotto viaggiando oltre il limite consentito sulla tratta. Il che significherebbe che il Tutor funziona sempre un po’ come un Autovelox, tranne i casi in cui sceglie di tracciare un determinato guidatore che lo ha svegliato dal suo torpore. Avrebbe anche senso, visto che i succitati titolari di Fiorini vari ed eventuali, spesso e volentieri tirano delle discrete frenate in prossimita’ delle telecamere, per poi riaccellerare beatamente, sfruttando tutti i 75 CV a disposizione, mentre i miei 150 purosangue fanno la figura dei ronzini. E questo spiegherebbe anche il modesto numero di contravvenzioni elevante finora.

Se tutto cio’ abbia un senso o meno non saprei, pero’ gradirei sapere esattamente come funziona l’aggeggio, e possibilmente non da uno che lavora per l’azienda che ne produce il software, grazie. Non so, potremmo provare con quelli che fanno l’hardware, magari scrivono un pelino meglio.

NOTA BENE: non e’ mia intenzione infrangere la barriera del suono, ma i 150 Km/h sarebbero altamente praticabili e anche apprezzati piuttosto anzicheno.

Cosa risparmierei? Boh, forse 10 minuti, ma vuoi mettere che almeno non rischierei di addormentarmi al volante? Ad esempio, cosa c’e’ di meglio, per tenersi all’erta, che lanciarsi a folle (?) velocita’ in un sorpasso a un TIR che sta gia’ invadendo di mezzo metro la terza corsia, che sta oscillando come un metronomo, e che, proprio quando arrivi tu, si proprio tu, decide di fare una visita guidata del guardrail, giusto per provare ad ammazzarti senza ritegno, mentre lui e’ distratto a mangiare / parlare alla radio / guardare la TV / mandare un SMS / sfogliare una rivista porno / farsi una pippa?

24 novembre 2009 Posted by | Aziende e dipendenti, Bestialita', Cose da ricordare, Cose tecniche, L'italiano e' un'opinione!, Pericoli vari e disservizi | | 13 commenti

E’ Denise! No, non e’ Denise

Ieri era Denise, e tutti pronti a linciare, mediaticamente almeno, la zingara albanese che l’aveva in custodia. Pregiudizio? Direi che non ci sono dubbi a riguardo, e io mi ci metto in testa. Il Corriere della Sera ieri scriveva che la bambina parlava italiano, la presunta madre no, e che i due DNA non corrispondevano. Dagli alla zingara allora! Oggi il Corriere scrive che la bambina non e’ Denise, ma si chiama Valentina, non parla italiano e, secondo l’esame del DNA, c’e’ una compatibilita’ ereditaria. In altre parole la donna e’ la madre, la zia, la nonna, un parente, qualcuno… Ammazza! E’ cronaca oppure e’ telenovela? Ma chi le verifica le notizie? Possibile che basta che arrivi una farfallina in redazione che sussurri qualcosa al giornalista di turno, costui batta il pezzo e lo pubblichi? Certo il pregiudizio non aiuta, anche perche’, effettivamente, la zingaraccia aveva documenti falsi e non aveva il permesso d’immigrazione. E quindi, dagli alla zingara in ogni caso.

Ora io capisco la grandissima sofferenza di questa mamma, la signora Piera Maggio, a cui va tutta la mia solidarieta’, pero’ mi chiedo se basti la segnalazione di chiunque (in questo caso una donna di Viterbo) per far scattare le manette. Come e’ possibile che, in base ad una foto segnaletica di tanti anni fa, qualcuno possa pensare di riconoscere Denise ed innescare le forze dell’ordine? Mi chiedo, se al posto della zingara albanese, ci fossi stato io, mi avrebbero arrestato e poi interrogato? Penso che se mi accadesse una cosa del genere mentre sono a passeggio con mia figlia, scatenerei il mio avvocato per i successivi 50 anni! Voglio anche dirvi che sono contro il pregiudizio, anche se nel caso dei ROM puo’ darsi che faccia volentieri un’eccezione. Non e’ detto che siano stati loro a prendersi Denise, ma siccome e’ una pratica a cui si dedicano spesso, e’ meglio non scartare questa eventualita’.

Chiudo con questa segnalazione: nell’articolo del Corriere, al paragrafo “LA VICENDA”, leggo con orrore che la donna che ha fatto la segnalazione “… accompagnata dal marito si e’ recata nella questura di Viterbo…”

13 settembre 2008 Posted by | L'italiano e' un'opinione!, Pericoli vari e disservizi | , , , , | 3 commenti

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: